Home / Economia / BigHat raccoglie 19 milioni di dollari per una piattaforma di progettazione di anticorpi basata sull’intelligenza artificiale

BigHat raccoglie 19 milioni di dollari per una piattaforma di progettazione di anticorpi basata sull’intelligenza artificiale

BigHat Biosciences , una startup di terapie proteiche e sviluppatore di una piattaforma di progettazione di anticorpi guidata dall’intelligenza artificiale, ha annunciato oggi di aver chiuso un round di serie A da 19 milioni di dollari guidato da Andreessen Horowitz. Un portavoce ha detto a VentureBeat che il finanziamento sarà utilizzato per investire in ricerca e sviluppo mentre BigHat perfeziona ulteriormente i suoi processi di ingegneria degli anticorpi.

L’uso di farmaci biologici – farmaci costituiti da componenti come zuccheri, proteine, DNA, cellule intere e tessuti – è in aumento nello sviluppo di farmaci. Due anni fa, sette dei primi 10 farmaci erano biologici. Oggi sono in uso più di 200 farmaci bioterapici. Si stima che generino oltre $ 100 miliardi di entrate annuali per le aziende farmaceutiche, ma sono difficili da progettare, in particolare quelle che sfruttano gli anticorpi. Mentre le tecnologie esistenti possono eseguire lo screening delle molecole di anticorpi, i flussi di lavoro di laboratorio tradizionali possono richiedere settimane per produrre una variante di anticorpo e caratterizzarne il comportamento.

BigHat, fondata nel 2019 da Mark DePristo e Peyton Greenside, con la consulente Theresa Tribble, mira a combinare un laboratorio di caratterizzazione degli anticorpi ad alta velocità con l’IA per progettare molecole che combattono le malattie. DePristo era in precedenza il capo della genomica per Google AI e codirector della genetica medica presso il Broad Institute of MIT e Harvard. Greenside, anche lei biologa computazionale presso il Broad Institute, ha conseguito il dottorato di ricerca. in informatica biomedica da Stanford.

BigHat afferma che il suo laboratorio umido può passare da progetti a centinaia di anticorpi “espressi, purificati e caratterizzati” in pochi giorni, invece che in settimane. Ciò è in parte dovuto all’intelligenza artificiale e alle tecnologie di apprendimento automatico che guidano il processo e migliorano con ogni ciclo di sviluppo sulla piattaforma. Le tecnologie apprendono anche come le mutazioni influenzano la resa di espressione di un anticorpo, l’affinità, la stabilità, la solubilità, la funzione a valle e altre proprietà molecolari, tracciando un percorso verso molecole rare che altrimenti potrebbero rimanere da scoprire.

La piattaforma BigHat può essere utilizzata per costruire proteine ​​come anticorpi monoclonali, brevi catene di amminoacidi chiamati peptidi e altro ancora. Queste proteine ​​possono legarsi a più bersagli sulle cellule ostili e offrire una migliore penetrazione nei tessuti, oltre a fornire l’accesso a siti che altri anticorpi non possono raggiungere e migliorare la sicurezza riducendo i costi di produzione. Ad esempio, le terapie CAR-T utilizzano anticorpi e recettori bioingegnerizzati per stimolare o sopprimere il sistema immunitario e aiutare il corpo a combattere il cancro.

BigHat afferma che il suo laboratorio umido produceva e caratterizzava attivamente 100 anticorpi a settimana già nell’estate del 2020. All’inizio della pandemia COVID-19 , BigHat ha avviato un programma di retargeting SARS-CoV-2 che alla fine ha portato a una molecola neutralizzante virale nel laboratorio. Più recentemente, BigHat ha ricevuto il Golden Ticket di Amgen per MBC BioLabs, che dà diritto all’azienda allo spazio sul banco di laboratorio e all’accesso ai leader scientifici e aziendali di Amgen. BigHat ha anche ricevuto una sovvenzione per la ricerca sull’innovazione per le piccole imprese dal National Institute of Standards and Technology (NIST) statunitense.

Secondo Greenside, BigHat sta collaborando con partner strategici senza nome per sfruttare la sua piattaforma e codevelop anticorpi e altri bioterapeutici. Nel corso dei prossimi tre anni, BigHat prevede di triplicare il proprio organico per le sperimentazioni cliniche nei programmi terapeutici.

“Esistono pochissime applicazioni biologiche in cui è possibile formulare un’ipotesi e ottenere risposte reali prodotte in laboratorio in pochi giorni. Il nostro laboratorio umido può sintetizzare e caratterizzare centinaia di anticorpi ogni pochi giorni. Insieme a tecniche di apprendimento attivo, la piattaforma di ingegneria molecolare BigHat può ottimizzare gli anticorpi per affinità, stabilità, solubilità e persino prestazioni in un saggio funzionale “, ha affermato Greenside. “Abbiamo appena iniziato a esplorare il potenziale per nuove terapie di anticorpi e proteine ​​abilitate dall’approccio di BigHat alla scoperta di anticorpi”.

Anche 8VC, AME Cloud Ventures e Innovation Endeavors hanno partecipato all’ultimo round di BigHat a San Carlos, in California. La startup ha raccolto circa $ 25 milioni in capitale di rischio.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi