Home / chatbot / Cinque domande da porsi prima di implementare un Chatbot

Cinque domande da porsi prima di implementare un Chatbot

Per molti, il termine “chatbot” riporta alla memoria memorie di piattaforme primitive e rudimentali che rispondevano solo a comandi semplici, offrendo il più semplice dei commenti per gli individui che testavano le prime fasi della personificazione tecnologica.

Oggi ci sono chatbot che sfruttano il potere dell’intelligenza artificiale (AI) – e sono più che semplici robot. In effetti, per alcune soluzioni, l’etichetta “chatbot” è un eufemismo. Questi chatbot basati su AI sono assistenti digitali, compagni di squadra virtuali e collaboratori sempre attivi.

Se utilizzati internamente per comunicazioni semplificate dei dipendenti o esternamente come “rappresentanti” del servizio clienti addestrati per assistere i visitatori del sito Web, sono progettati per essere coinvolti, affidabili e affidabili. Ma prima di implementarne uno, è cruciale fare le seguenti cinque domande mentre valuti le tue opzioni.

  1. Di cosa ha bisogno la mia forza lavoro?

La tua forza lavoro è sommersa da compiti amministrativi noiosi e dispendiosi in termini di tempo, come la prenotazione degli appuntamenti del calendario, la ricerca del tempo rimanente per le vacanze e la ricerca di informazioni di contatto? Stanno lottando per trovare le informazioni di cui hanno bisogno per svolgere il proprio lavoro? Ci vuole troppo tempo per ottenere risposte alle loro domande? E le stesse domande vengono poste più e più volte in tutta l’organizzazione?

In un sondaggio condotto dai responsabili delle risorse umane , il 99% degli intervistati ha affermato che è utile per i dipendenti sentirsi in grado di trovare informazioni sulle politiche aziendali dopo l’orario lavorativo. Ma solo il 12% ha affermato che è facile per i dipendenti trovare rapidamente tali informazioni.

POTREBBE PIACERTI ANCHE
I chatbot possono accelerare questi processi dando ai dipendenti l’accesso immediato agli strumenti e alle app interne. Invece di scavare attraverso un sistema di gestione delle relazioni con il cliente (CRM) o un sistema di informazioni sulle risorse umane (HRIS) o contattare il dipartimento risorse umane, un chatbot, ad esempio, può fornire risposte immediate a questo tipo di domande. Basta digitare “Quanta PTO mi rimane?” E riceverai una risposta immediata. Ciò consente di risparmiare tempo prezioso, riduce la frustrazione dei dipendenti e, infine, migliora la conservazione e l’efficienza.

  1. Qual è il ritorno sull’investimento?

C’è qualche inefficienza in ogni aspetto dell’accesso alle informazioni nella tua azienda? Un chatbot può più che ripagarsi semplificando le attività e abbreviando il tempo speso in attività che fanno poco per generare entrate.

Ci sono anche chatbot sul mercato che fanno ben più che risparmiare tempo. Oltre a ridurre i costi operativi, alcuni stanno guadagnando terreno come driver di generazione dei lead rivolti ai clienti, dalle forme di contatto dirette a forme dinamiche e perfettamente sincronizzate condotte in stringhe di scambi avanti e indietro. Un modulo potrebbe emergere dopo, ad esempio, tre domande consecutive relative a un servizio offerto dalla tua azienda e questo modulo è collegato al CRM della tua azienda. Questi chatbot di lead-gen si stanno rivelando un metodo incredibilmente efficace per aumentare i tassi di conversione dei siti web.

  1. Quale chatbot dovrei assumere per la mia azienda?

Considerare quale chatbot funzioni meglio per la tua azienda richiede un bel po ‘di ricerca. È fondamentale esaminare le caratteristiche specifiche offerte da ciascun chatbot e determinare ciò che ha più senso per la tua azienda e la tua popolazione di dipendenti. Si adattano rapidamente alle nuove tecnologie? Qual è la loro fonte d’informazione per il momento? Stai aggiungendo il bot in un luogo che sarà ad alto traffico e porterà ad un utilizzo elevato? Esamina i vantaggi in termini di risorse, la scalabilità della soluzione e l’ampiezza degli usi, non solo i costi.

Qualunque sia la decisione che prendi, è probabile che un chatbot, in particolare uno con intelligenza artificiale, possa far avanzare la tua azienda in termini di entrate, efficienza e coinvolgimento dei dipendenti.

  1. La mia azienda è pronta per una trasformazione digitale?

La trasformazione digitale può sembrare un cambiamento massiccio, costoso e travolgente. Forse sei nel mezzo di uno, o non sei ancora pronto per una revisione completa. In ogni caso, l’aggiunta di un compagno di squadra AI è un modo veloce per dare il via al processo di trasformazione digitale che offre ai dipendenti un assaggio per il futuro del lavoro. I chatbots, se fatti bene, sono divertenti, facili e accessibili. Per questi motivi, sono vantaggiosi sia per l’impegno che per la fidelizzazione dei dipendenti e dei clienti, anche se il resto della tua azienda non ha subito una trasformazione digitale completa.

Inoltre, è probabile che la tua forza lavoro veda un aumento di dipendenti millenari che richiedono una tecnologia migliore sul posto di lavoro. La popolazione moderna è sempre più mobile e vuole fare tutto da qualsiasi luogo, in qualsiasi momento. In effetti, un’implementazione di chatbot di successo può aiutare a bordo di dipendenti e utenti Web in modo simile ad altre nuove tecnologie, diffondendo informazioni utili in un flusso di comunicazione che sono abituati a utilizzare al posto di un sistema di posta elettronica goffo.

  1. I miei dipendenti sono pronti per l’intelligenza artificiale?

L’implementazione di un chatbot è l’inizio di una relazione tra dipendenti umani e un compagno di squadra digitale. Quando “assumi” il giusto chatbot, considera come sarà onboarded e continuamente addestrato. Potrebbe essere tramite codice e algoritmi, ma come i dipendenti umani, c’è una curva di apprendimento per l’intelligenza artificiale. Stabilisci internamente le giuste aspettative e incoraggia tutti a collaborare per rendere il loro nuovo compagno di squadra virtuale sempre aggiornato. Se ci sono preoccupazioni, l’IA taglierà i posti di lavoro, risolverà questo errore.

Uno studio recente di PwC ha rilevato che l’IA porterà effettivamente ad un aumento netto di posti di lavoro: “L’intelligenza artificiale e le tecnologie correlate come la robotica … creano molti altri posti di lavoro man mano che aumentano la produttività e i redditi reali e vengono sviluppati nuovi e migliori prodotti”.

È anche importante coinvolgere le risorse umane nell’implementazione di AI per costruire un piano di roll-out e considerare come può essere d’aiuto nei confronti dei delicati problemi dei dipendenti correlati alle risorse umane. È fondamentale rispondere a queste domande in anticipo, dal punto di vista degli utenti umani, per garantire che l’implementazione di chatbot sia il più efficace possibile.

Conclusione

I chatbot e i compagni di squadra virtuali sono un modo efficace e di facile implementazione per migliorare le comunicazioni interne ed esterne per dipendenti e clienti. Possono alleviare l’onere di entrambe le parti quando si tratta di compiti quotidiani, incarichi e domande comuni. Il vero valore della tecnologia? I chatbots semplificano la vita di coloro che interagiscono con loro quotidianamente, guidando nel contempo le entrate attraverso il risparmio di tempo e la maggiore fidelizzazione dei dipendenti. Rimuovono alcuni dei banali, dando agli uomini più tempo per fare ciò che le macchine non possono: creare e innovare.

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi