Home / Società / E’ arrivato il momento di far gestire il controllo del traffico aereo dall’Intelligenza Artificiale?

E’ arrivato il momento di far gestire il controllo del traffico aereo dall’Intelligenza Artificiale?

forse è ora di lasciare che l’Intelligenza Artificiale gestisca il controllo del traffico aereo

Incolpando una carenza di personale tra i controllori del traffico aereo, causata dalla chiusura del governo federale, l’aeroporto LaGuardia di New York ha annunciato oggi ritardi nel traffico aereo. Questo non sarà un problema una volta che avremo un sistema di controllo del traffico aereo gestito in modo autonomo dall’intelligenza artificiale.

Non è solo una fantasia da nerd. Boeing, poche settimane fa, ha lanciato un’iniziativa autonoma di controllo del traffico aereo chiamata SkyGrid . Il sistema di autoapprendimento è collegato a tutti i tipi di dati radar e previsioni meteorologiche ed è stato “addestrato” su come sorvegliare i cieli alimentando innumerevoli giorni di registrazioni del traffico aereo. Può già tranquillamente gestire le traiettorie di dozzine di droni autonomi, anche cambiando i percorsi midflight a seconda delle condizioni, dice Steve Nordlund , che dirige la divisione NeXt di Boeing, che sta sostenendo SkyGrid.

Dopo un secolo di voli con equipaggio, “abbiamo imparato come dovrebbero funzionare le cose”, afferma Nordlund, un pilota autorizzato. Ciò vale sia per i sistemi di controllo del traffico aereo, sia per l’aeromobile. “I piloti IA sono bravi. Penso che vedremo l’integrazione sicura di velivoli senza pilota. “L’IA ha alcuni vantaggi in questa arena. Gli algoritmi di apprendimento del computer eccellono nel riconoscimento di pattern, nella previsione del percorso e nella risoluzione di migliaia di variabili contemporaneamente senza necessità di pause caffè o buste paga.

L’interesse iniziale di Boeing non è quello di mettere i piloti umani e i controllori del traffico aereo umano senza lavoro. Piuttosto, dice Nordlund, vogliono aiutare a consentire l’evoluzione degli aerei. Già Boeing (tramite l’acquisizione di Aurora Flight Sciences) sta sviluppando un taxi aereo autonomo ed è tra diverse compagnie aerospaziali in trattativa con Uber. Vede decine di milioni di droni autonomi un giorno a riempire i cieli.

La scalabilità inizierà con prodotti come Amazon che offrono prodotti tramite drone. Migliore è il record di sicurezza, più prezioso è il carico. Amir Husain, amministratore delegato di SparkCognition , lo sviluppatore di Austin, Tex. AI che collabora con Boeing su SkyGrid, afferma che quest’anno diverse compagnie testeranno il controllo autonomo dei voli cargo e passeggeri, incluso un processo a Dubai, che spera nel 2021 avere un taxi aereo autonomo Anche Singapore è interessata. “Un ecosistema emergerà”, dice Husain. “Non vedo l’ora di cavalcare in uno.”

Non hanno dubbi che le persone si affolleranno per guidare aerei autonomi per viaggi più brevi, semplicemente perché batte seduti nel traffico. “Per i viaggi inferiori a 300 miglia c’è pochissima aviazione”, afferma Nordlund, perché il fattore limitante è sempre stato disponibile ai piloti, che impiegano molto tempo per allenarsi e sono costosi. “L’unico modo per ridimensionare questi brevi viaggi nel cielo è usare l’autonomia.”

Per quanto riguarda quei lunghi viaggi, con grandi aerei, atterrando in posti come La Guardia? Nordlund è attento a rassicurare che “gli umani nella cabina di pilotaggio sono qui per rimanere per un po ‘di tempo”. SkyGrid, dice, riguarda “migliorare la prevedibilità e il processo decisionale umano”.

Forse sì, ma non ci vorrà molto tempo prima che l’intelligenza artificiale capisca che il modo migliore per migliorare la prevedibilità sarà quello di portare gli umani fuori dal processo decisionale del tutto.

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi