Home / APP Ai / E-commerce ed intelligenza artificiale

E-commerce ed intelligenza artificiale

Stack tecnologico per la tua startup di e-commerce: ecco cosa dovresti sapere

Negli anni ’90, Internet ha agito come l’infrastruttura essenziale che ha fornito la rapida diffusione del commercio elettronico. Per l’e-commerce, le aziende sfruttano il software del carrello degli acquisti su un server Web che consente ai visitatori di un sito Web o di un’applicazione mobile di scegliere gli articoli per l’acquisto finale.

Uno dei principali segmenti di e-commerce comprende B2C (business-to-consumer), noto anche come shopping online al dettaglio. Nel punto vendita, il software determina il totale dell’ordine, compreso il trasporto merci, le spese postali, l’imballaggio e l’etichettatura.

Il software del carrello della spesa è tipicamente installato sul server che ospita il sito web, o sul server sicuro che accetta dati sensibili per gli ordini dell’utente e transazionali. Nella maggior parte delle implementazioni basate su server, i dati relativi al carrello degli acquisti vengono conservati nell’oggetto della sessione e sono accessibili e manipolati in tempo reale mentre l’utente seleziona i vari articoli dal carrello.

Successivamente, durante il processo di completamento della transazione, si accede alle informazioni e l’ordine viene prodotto per l’articolo selezionato, svuotando così il carrello degli acquisti. Dati come prodotti, categorie, sconti, ordini, clienti e altri vengono quindi archiviati in un database e accessibili in tempo reale dalla piattaforma. Tutto ciò richiede uno stack tecnologico complesso , in particolare per gli utenti su larga scala, come si vede sui siti di shopping online.

Quando si tratta di creare effettivamente un sito web di e-commerce, un’applicazione web, un’applicazione mobile, hai così tante scelte davanti a te. Proprio come il mondo dell’abbigliamento, la moda, più in generale, è in continua evoluzione in modo tale che ciò che è appropriato usare o indossare ora potrebbe non essere sicuramente rilevante alcuni mesi o anni in futuro, questo si può dire per il mondo della tecnologia. Qui ti diamo un’idea di alcuni linguaggi, framework, librerie, insieme ad alcune delle decisioni di progettazione generali che sono entrambi in voga e che resteranno qui per il momento.

Fine frontale

Se guardiamo il front-end di un sito Web o un’applicazione di e-commerce, comunemente si applica a ciò che si trova di fronte all’utente. Storefront fa parte di un negozio Web a cui gli utenti accedono per lo shopping online, costituito da varie categorie, prodotti e altre pagine vengono create dinamicamente in base ai dati salvati nel database.

Quindi è l’interfaccia utente e altro con cui un individuo interagisce in genere. L’esperienza basata sul Web per qualsiasi sito di e-commerce viene eseguita utilizzando HTML e CSS e, ancora più dinamicamente, utilizzando JavaScript . Ci sono raccolte di codice di framework JS che altre persone hanno scritto che puoi usare. Ciò include Angular e React, e questi sono i nomi per vari framework JavaScript. Quindi un framework fornisce codice che puoi integrare nei tuoi progetti, che si tratti di CSS, JavaScript e modalità di creazione delle tue applicazioni di e-commerce frontali.

Troverai tra molti di questi framework diversi paradigmi di progettazione, diverse convinzioni di progettazione, il modo migliore per fare le cose. Parte del metodo per determinare questi framework dipende davvero da ciò che risuona con una startup o con il team di ingegneri che la startup ha creato.

Nel frattempo, anche per CSS, ci sono librerie, gruppi di file CSS e metodologie di framework per determinare il layout del tuo sito, come Bootstrap, Semantic UI e altro. Questi si concentrano sull’estetica dell’esperienza individuale, in particolare sulla visualizzazione delle informazioni e sui tipi di meccanismi dell’interfaccia utente, inclusi i menu, i pulsanti, le finestre e altre cose che un utente vede sullo schermo.

Back End

Ora, se diamo ora un’occhiata al backend , c’è un lungo elenco di processi back-end sui server da cui finalmente arrivano l’HTML e il CSS e persino il JavaScript. Esistono numerosi linguaggi come Java, JavaScript, .NET, PHP, Python, Ruby, Scala e tanti altri per creare processi di back-end e server Web, che interagiscono con i database e li inoltrano al sito Web o all’applicazione di e-commerce.

E così in questo mondo di backend, negozi di e-commerce o startup hanno librerie di framework riutilizzabili, librerie di codice e metodologie attraverso le quali possono costruire le tue applicazioni, tra cui Django, Flask, .NET, Node.js, Rails, .NET e altri.

Dovresti scegliere una piattaforma di hosting come Shopify per iniziare come avvio di E-Com?

Soluzioni come Shopify sono completamente gestite dai fornitori di servizi con un abbonamento mensile. Shopify è ampiamente utilizzato in tutto il mondo dalle startup e ha un sacco di applicazioni che possono essere integrate.


Per l’hosting di piattaforme di e- commerce , Shopify fa sicuramente parte del toolkit di base. Anche con servizi di hosting di terze parti, le startup possono fare molto lavoro personalizzato in termini di integrazioni back-end con i sistemi ERP per capire qual è il modo migliore in termini di costi per fare la propria attività e non solo per acquistare cose con una shell.

Shopify è molto intuitivo per i nuovi imprenditori che non hanno le risorse o il talento per gestire da soli lo stack tecnologico. Nessuna piattaforma è migliore per la facilità d’uso di Shopify che ha tutto integrato affinché qualsiasi azienda di e-commerce possa iniziare e avere successo. Una volta che la scala degli utenti supera una soglia e l’avvio inizia a generare entrate considerevoli, il negozio web può essere migrato su una piattaforma cloud, che è più appropriata per eseguire attività personalizzate come analisi o integrazione di microservizi.

Esistono anche framework open source come Magento, che molte aziende utilizzano spesso gratuitamente. Il framework consente all’azienda di ospitare la piattaforma utilizzando un servizio di hosting e consente inoltre di modificare l’intero codice sorgente per creare servizi utente personalizzati. Utilizzando API e plug-in, le aziende eseguono anche integrazioni con software di terze parti come i sistemi ERP.

Conclusione

Le startup di e-commerce sono guidate da ciò che sa il loro team di ingegneri, forse ciò che sanno i tuoi amministratori di sistema o le tue persone operative. Quindi le persone che gestiscono effettivamente i server, sia che si trovino localmente in loco, o quelle che eseguono le cose nel cloud, che si tratti di AWS, Azure o Alibaba. A seconda di ciò che supporta l’infrastruttura cloud, potrebbe influenzare il tuo processo decisionale in merito alla lingua che devi scegliere.

Ad esempio, alcuni di questi linguaggi rendono un po ‘più semplice lo sviluppo di applicazioni che supportano l’interattività immediata, dove c’è una connessione costante o l’illusione di una connessione costante tra browser e server. JavaScript, tramite un framework chiamato Node.js, lo rende davvero facile da fare, ed è stato progettato soprattutto con quel tipo di caso d’uso in mente.

In qualità di startup di e-commerce che parte da zero per gestire il traffico di utenti su vasta scala e flussi di lavoro complessi, è essenziale assumere ingegneri full-stack con una profonda esperienza nella creazione di applicazioni web. In particolare, persone che lavorano a proprio agio con qualsiasi cosa, da CSS e JavaScript a database e progettazione di API.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi