Home / medicina / Elon Musk ha presentato il dispositivo di interfaccia cervello-macchina di Neuralink

Elon Musk ha presentato il dispositivo di interfaccia cervello-macchina di Neuralink

Elon Musk dimostra il dispositivo di interfaccia cervello-computer
Il 28 agosto, Elon Musk ha dimostrato il dispositivo di interfaccia cervello-macchina di Neuralink. Musk, che è il co-fondatore dell’azienda, ha anche annunciato che il sistema ha ricevuto l’approvazione dalla Food and Drug Administration (FDA) come dispositivo medico sperimentale.

La dimostrazione si è svolta presso la sede di Neuralink a Fremont, in California, e si è basata sull’aiuto di tre maiali.

La dimostrazione
Il punto focale della dimostrazione, trasmessa in live streaming su Youtube, era un maiale equipaggiato con il dispositivo di interfaccia cervello-macchina. Il maiale principale, di nome Gertrude, ha avuto l’impianto per due mesi durante il periodo della dimostrazione. Il dispositivo ha registrato segnali dall’area del cervello che era collegata al suo muso.

Un altro dei maiali, Joyce, deve ancora essere operato, ed è un maiale sano e felice sotto tutti i punti di vista. Dorthoy, l’ultimo dei tre, ha subito l’intervento chirurgico che ha impiantato il dispositivo, ma è stato rimosso in seguito per dimostrarne la sicurezza. L’obiettivo principale di Dorothy era dimostrare come il dispositivo può essere inserito o estratto a piacimento, consentendo anche l’aggiornamento dell’hardware a un certo punto.

Torniamo al maiale principale, Gertrude. La dimostrazione ha mostrato che quando annusava e toccava le cose, i singlas venivano inviati dal suo muso e registrati dal dispositivo. Rumori e punti indicavano quando i neuroni stavano sparando e poiché una gran parte del cervello di un maiale è collegata al muso, è una parte estremamente sensibile del loro corpo.

Il dispositivo (Immagine: Neuralink)

Sistema chirurgico automatizzato e chip Link 0.9
Il sistema chirurgico automatizzato di Neuralink, che è responsabile dell’impianto del dispositivo nel cervello di un utente, ha debuttato lo scorso anno. Sarà in grado di cucire fino a 1.024 elettrodi nel cervello di una persona. Gli elettrodi sono estremamente sottili, larghi appena 5 micron.

Il sistema chirurgico automatizzato attualmente entra nella superficie corticale del cervello, con la società che spera che possa muoversi più in profondità in futuro. Ciò consentirebbe al dispositivo di monitorare le funzioni cerebrali profonde.

Il dispositivo, chiamato chip “Link 0.9”, è di soli 23 mm x 8 mm. È un’unità sigillata che viene inserita in un piccolo foro, che viene creato dal sistema chirurgico automatizzato nel cranio dell’utente. Può quindi raccogliere i segnali che vengono captati dagli elettrodi.

Il dispositivo è in grado di misurare la temperatura, la pressione e il movimento di un paziente, che secondo Musk possono aiutare a prevenire attacchi di cuore o ictus.

Il dispositivo sarà a filo con il cranio e i dati potranno essere trasmessi in modalità wireless. Altre caratteristiche includono la ricarica induttiva e una durata della batteria di un’intera giornata, che consentirà di ricaricarla durante il sonno. Secondo Musk, il completamento del processo per impiantare il dispositivo nel cranio di un utente richiederà poco meno di un’ora.

Studi clinici e simbiosi di IA
I primi test clinici del dispositivo si svolgeranno su un numero limitato di pazienti affetti da lesioni del midollo spinale. Musk ha detto l’anno scorso che sperava che le prove sugli esseri umani si svolgessero nel 2020.

Uno degli obiettivi finali del dispositivo è quello di essere accoppiato con un secondo sulla colonna vertebrale del paziente, consentendo al paziente di riprendere il movimento completo.

Oltre a scoperte mediche come il mondo non ha mai visto, Musk spera anche che il dispositivo consenta agli utenti di raggiungere la “simbiosi AI”. Questa idea è di cui si parla sempre più con l’evoluzione della tecnologia AI e si basa sulla fusione del cervello umano con l’intelligenza artificiale.

“Tale che il futuro del mondo è controllato dalla volontà combinata delle persone della Terra – penso che ovviamente sarà il futuro che vogliamo”, ha detto durante l’evento.

La società sta attualmente espandendo il proprio team per includere ingegneri di robotica, elettrici e software per continuare a migliorare il dispositivo e la procedura di impianto.

Ecco il live streaming completo dell’evento:

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi