Home / AI in Azienda / Google porta il controllo grammaticale basato su intelligenza artificiale in Documenti per tutti gli utenti di G Suite

Google porta il controllo grammaticale basato su intelligenza artificiale in Documenti per tutti gli utenti di G Suite

Il potere della traduzione automatica per aiutarti a migliorare la tua scrittura sul posto di lavoro

Google ha annunciato oggi che il suo correttore grammaticale basato sull’intelligenza artificiale sarà ora una funzionalità nativa in Google Docs per tutti gli utenti di G Suite, la sua suite aziendale di strumenti e servizi web. Il correttore grammaticale, che Google ha annunciato lo scorso luglio , è basato sulla traduzione automatica, che è lo stesso sottoinsieme di strumenti AI che abilitano le capacità di elaborazione del linguaggio naturale del software e la capacità di tradurre il testo da una lingua all’altra.

Al momento, il correttore grammaticale basato su AI doveva essere attivato da un amministratore di sistema, il che significa che non sarebbe ampiamente disponibile per impostazione predefinita. Ora, Google dice che tutti gli utenti di G Suite vedranno questi suggerimenti spuntare in Google Documenti. Alcuni di quelli comuni includono l’uso dell’effetto rispetto all’effetto, quando utilizzare sono al posto del loro e problemi complicati. Per differenziarlo dal controllo ortografico standard, che evidenzia le parole errate in rosso, il correttore grammaticale utilizza linee ondulate blu per evidenziare un errore che dovrebbe essere risolto.

“Utilizzando la traduzione automatica, siamo in grado di riconoscere gli errori e suggerire correzioni man mano che il lavoro viene svolto. Abbiamo lavorato a stretto contatto con i linguisti per decifrare le regole del modello di traduzione automatica e usarlo come base per i suggerimenti automatici nei tuoi documenti, tutti basati sull’intelligenza artificiale “, scrive Vishnu Sivaji, un product manager di G Suite su Google, in un post sul blog. “In tal modo, le tecniche di traduzione automatica possono catturare una serie di correzioni diverse, da semplici regole grammaticali come l’utilizzo di” a “contro” un “in una frase, a concetti grammaticali più complessi come l’utilizzo corretto delle clausole subordinate. ”

Sfortunatamente, la funzionalità è ancora limitata agli utenti aziendali. Tuttavia, l’espansione di tutti i clienti G Suite e la sua attivazione per impostazione predefinita in Google Documenti è una buona indicazione che l’azienda sta preparando il correttore grammaticale per una versione consumer più ampia in futuro.

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi