IBM annuncia un nuovo linguaggio AI, spiegabilità e servizi di automazione

Durante il Virtual AI Summit di IBM di questa settimana, la società ha annunciato aggiornamenti nella sua famiglia di prodotti Watson nelle aree del linguaggio, della spiegabilità e dell’automazione del posto di lavoro. Una nuova funzionalità chiamata Reading Comprehension fa emergere le risposte dai database di documenti aziendali in risposta a domande in linguaggio naturale, assegnando un punteggio di affidabilità a ciascuna risposta. Un nuovo modulo in Watson Assistant chiamato Estrazione FAQ genera automaticamente documenti di domande e risposte. Inoltre, i fogli informativi sull’IA acquisiscono automaticamente i dati chiave sulle prestazioni di un modello di machine learning e generano report per “promuovere la trasparenza e garantire la conformità”.

Secondo IBM, Reading Comprehension, che è stato costruito su un sistema di risposta alle domande ad alte prestazioni di IBM Research, ha lo scopo di aiutare a identificare risposte più precise in risposta alle domande che fanno riferimento a documenti aziendali. Reading Comprehension fornisce punteggi che indicano la sicurezza del sistema in ogni risposta ed è attualmente in versione beta nel servizio di ricerca basato su AI di IBM Watson Discovery .

Per quanto riguarda l’estrazione delle domande frequenti, che è in versione beta nell’abilità di ricerca di Watson Assistant , IBM afferma di utilizzare una nuova tecnica di elaborazione del linguaggio naturale per automatizzare l’estrazione di coppie di domande e risposte dai documenti delle domande frequenti. L’idea è di aiutare le aziende a tenere aggiornati gli assistenti virtuali con le ultime risposte riducendo la necessità di aggiornamenti manuali, afferma IBM.

Accanto ai nuovi servizi c’è un modello di classificazione disponibile in Watson Assistant progettato per migliorare le interazioni con gli assistenti virtuali basati su Watson consentendo una formazione più rapida da meno dati e risultati più accurati. In uno sviluppo correlato, Watson Discovery offre ora il supporto per 10 nuove lingue, tra cui bosniaco, croato, danese, finlandese, ebraico, hindi, serbo e svedese.

Oggi IBM ha anche rivelato i piani per commercializzare i FactSheets AI sviluppati da IBM Research in Watson Studio in Cloud Pak for Data per tutto il prossimo anno. Le “schede informative”, che sono state proposte per la prima volta in un documento pubblicato dai ricercatori IBM nel 2018, risponderanno a domande che vanno dal funzionamento del sistema e dai dati di addestramento agli algoritmi sottostanti, impostazioni e risultati dei test, benchmark delle prestazioni, controlli di equità e robustezza, usi previsti, manutenzione e riqualificazione. FactSheets offrirà:

Creazione di criteri: i modelli di fogli informativi definiscono quali informazioni vengono raccolte sui modelli e monitorate, i fatti del modello (come il modo in cui un servizio di intelligenza artificiale è stato creato, testato, addestrato, implementato e valutato), l’utilizzo dei dati, quali normative o politiche aziendali un’organizzazione tiene conto per chi può usare il modello e per quale scopo e come dovrebbe funzionare.
Acquisizione automatizzata dei dati: i fatti del modello aiutano a catturare i fatti del modello stabiliti dal modello FactSheet.
Reporting automatizzato: il FactSheet fornisce una risorsa condivisibile che offre conoscenze sul modello in una gamma di formati, a seconda delle preferenze dei diversi membri del team. Tiene traccia dei fatti mentre il modello viene costruito, aggiornato e in esecuzione in produzione, fornendo informazioni aggiornate.
“Come le etichette nutrizionali per gli alimenti o le schede informative per gli elettrodomestici, le schede informative per i servizi di intelligenza artificiale fornirebbero informazioni sulle caratteristiche importanti del prodotto”, ha detto a VentureBeat Aleksandra Mojsilovic, capo delle fondazioni AI presso IBM Research e architetto di AI FactSheets, in un’intervista. “La questione della fiducia nell’IA è al primo posto per IBM e molti altri sviluppatori e fornitori di tecnologia. I sistemi basati sull’intelligenza artificiale hanno un enorme potenziale per trasformare il modo in cui viviamo e lavoriamo, ma mostrano anche alcune vulnerabilità, come l’esposizione a pregiudizi, mancanza di spiegabilità e suscettibilità agli attacchi avversari. Questi problemi devono essere affrontati affinché i servizi di intelligenza artificiale siano affidabili “.

IBM ha anche presentato Services for AI at Scale , un framework, una metodologia e una serie di tecnologie intese ad aiutare i clienti ad aumentare la velocità di implementazione dell’IA e ridurre al minimo i rischi. Infine, l’azienda ha messo in luce nuove funzionalità in Cloud Pak for Data , tra cui amministrazione semplificata, un’esperienza utente migliorata, governance e sicurezza migliorate e la disponibilità di OpenPages con Watson , il prodotto di conformità e rischio di governance di IBM.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi