Home / Economia / IBM si divide e ounta aull’intelligenza artificiale

IBM si divide e ounta aull’intelligenza artificiale

L’impatto del passaggio di IBM alla divisione sulle sue iniziative AI

In una delle più grandi notizie dell’anno, IBM ha recentemente annunciato di suddividere la propria attività di servizi IT in una nuova società, denominata temporaneamente NewCo. La mossa guidata dal suo CEO, Arvind Krishna, porterà alla diversificazione della prima grande azienda informatica al mondo lontano dalle sue attività legacy per concentrarsi sul cloud computing ad alto margine e sul business AI. La società ritiene che con questa mossa, entrambe le società saranno su una traiettoria di crescita migliorata con una capacità più notevole di collaborare e cogliere nuove opportunità.

Con questo, IBM diventa la prima grande azienda informatica a separarsi dal suo business legacy per concentrarsi sulla nuova tecnologia . Il nuovissimo IBM accelererà e si concentrerà sull’opportunità di cloud ibrido da 1 trilione di dollari, mentre NewCo. si concentrerà sulla sua attività di servizi con un fatturato di circa 19 miliardi di dollari. La NewCo fornirà supporto tecnico a 4.600 clienti in 115 paesi e si prevede che registrerà una spesa di quasi 5 miliardi di dollari da sostenere per la separazione e i cambiamenti operativi.

Krishna ritiene che questa mossa aiuterà l’azienda a rilanciare la crescita dopo quasi un decennio di contrazione dei ricavi, con un focus strategico su ciascuna delle attività. “Ora è il momento giusto per creare due aziende leader di mercato focalizzate su ciò che sanno fare meglio”, ha affermato la società .

Il rivoluzionario passaggio al cloud
IBM ha continuato a concentrarsi sul cloud con l’ acquisizione di Red Hat nel 2019, incentrata principalmente sull’utilizzo dell’innovazione open source di Red Hat, OpenShift , per accelerare gli sviluppi nel cloud ibrido. L’acquisizione da 34 miliardi di dollari di Red Hat insieme alla recente mossa mette IBM nella posizione di sbloccare il valore del cloud per i suoi clienti. Con una distribuzione mirata di funzionalità cloud e AI, l’azienda è pronta a giocare con i suoi punti di forza nello spazio.

“Oggi, il cloud ibrido e l’intelligenza artificiale stanno rapidamente diventando il luogo del commercio, delle transazioni e, nel tempo, dell’informatica stessa. Questo cambiamento è guidato dalle mutevoli esigenze dei nostri clienti, che ritengono che la scelta di un approccio di cloud ibrido aperto sia 2,5 volte più prezioso che affidarsi al solo cloud pubblico “, ha affermato Krishna in un post sul blog.

Questa è una delle principali mosse che l’azienda ha intrapreso nei suoi 109 anni di storia. L’azienda ha intrapreso un viaggio di trasformazione in particolare da quando Krishna ha assunto la carica di CEO di Ginni Rometty ad aprile, al punto da tagliare persino migliaia di posti di lavoro quando ha iniziato a rimodellare l’attività. Tutto questo va a buon fine, poiché la società ritiene che la nuova attività porterà ad ampie assunzioni nei prossimi giorni.

Mentre l’azienda si dilettava in diverse aree, dai PC e semiconduttori all’IT e, infine, al cloud e all’intelligenza artificiale, l’azienda ha lottato con un focus dedicato su ciascuna di queste iniziative. In effetti, i numeri suggeriscono che una volta che l’iconica compagnia blue-chip ha iniziato a perdere la sua lucentezza affrontando delle perdite. Con la sua attenzione al cloud ibrido aperto e alle soluzioni di intelligenza artificiale, la società spera di rappresentare più della metà dei suoi ricavi ricorrenti.

IBM si è concentrata fortemente sull’IA mentre si espandeva negli orizzonti dell’intelligenza generale. Chiamandola intelligenza fluida , il loro team di ricerca ha svolto un lavoro pionieristico nell’intelligenza artificiale neuro simbolica, nell’intelligenza artificiale sicura e affidabile e nell’ingegneria dell’IA. Inoltre, MIT-IBM Watson AI Lab ha lavorato sulla scienza dell’IA che crea un impatto nel mondo reale. Come parte di questa iniziativa, hanno collaborato con varie organizzazioni per costruire algoritmi per portare impatti sulla società. Avevano, infatti, impegnato $ 250 milioniper portare la ricerca ad alto impatto nell’IA. IBM è stata anche una sostenitrice della politica e delle normative per l’AI in quanto ha inaugurato l’IBM Policy Lab all’inizio di quest’anno. Non solo, l’acquisizione di Spanugo e WDG Automation da parte di IBM parla ulteriormente della sua maggiore attenzione su AI, automazione e cloud.

Con la nuovissima azienda, si concentrerà sull’IA, aumentando così il suo obiettivo a lungo termine di far progredire la ricerca nell’IA. Risolverà alcuni dei colli di bottiglia che l’azienda stava affrontando per dedicare la sua attenzione all’IA. Ad esempio, per portare avanti la ricerca nell’intelligenza artificiale e nel business delle piattaforme open source, IBM doveva essere un’azienda agile basata su IP, ma il suo focus sull’infrastruttura legacy le ha impedito di esplorare queste opzioni. La separazione in due società consente a IBM di operare al meglio delle sue capacità sia nello spazio di modernizzazione legacy che nello spazio di trasformazione open source e AI. Gli esperti ritengono che sarà anche una buona mossa dal punto di vista delle azioni, poiché un’azienda basata sulla tecnologia è valutata più di una società basata sui servizi.

Inoltre, la pandemia in corso e il lavoro a distanza hanno portato a una maggiore adozione del cloud e dell’intelligenza artificiale nelle organizzazioni per guidare la trasformazione digitale. Questa rappresenta una buona opportunità per la nuovissima IBM per aiutare ad accelerare l’adozione di AI, analisi dei dati, automazione e realtà aumentata per creare un impatto maggiore nelle aziende. È un’opportunità perfetta per l’azienda per afferrare una torta di software di alto valore e soluzioni new-tech e correre per la concorrenza che è attualmente dominata da Amazon, Microsoft e Google.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi