Home / curiosità / Il Braccio robotico che vince a Dov’è Wally grazie alla IA

Il Braccio robotico che vince a Dov’è Wally grazie alla IA

Questo robot usa l’intelligenza artificiale per trovare Waldo, rovinando così Where’s Waldo (Dov’è Wally in italiano )

Se non trovi la soluzione su una pagina di Where’s Waldo e sei pronto a presentare un rapporto sulle persone scomparse, sei fortunato. Ora c’è un robot chiamato There’s Waldo che lo troverà per te, completo di una mano di silicone che lo indica.

Costruito dall’agenzia creativa Redpepper , Waldo si avvicina e trova Waldo con una precisione da cecchino. Il braccio robotico in metallo è un uArm Swift Pro controllato da Raspberry Pi, dotato di un kit per la videocamera di visione che consente il riconoscimento facciale. La fotocamera scatta una foto della pagina, che quindi utilizza OpenCV per trovare le possibili facce di Waldo nella foto. I volti vengono quindi inviati per essere analizzati dal servizio AutoML Vision di Google , che è stato addestrato sulle foto di Waldo. Se il robot determina una corrispondenza con una confidenza del 95% o superiore, punta a tutti i Waldos che riesce a trovare sulla pagina.

Il cloud AutoML di Google è disponibile da gennaio per consentire agli utenti di addestrare i propri strumenti di intelligenza artificiale senza alcuna conoscenza precedente sulla codifica. Lo strumento di trascinamento della selezione consente a chiunque di creare uno strumento per il riconoscimento delle immagini, che ha una varietà di casi d’uso come la categorizzazione delle foto di ramen nei negozi da cui provengono . Puoi dare un’occhiata a questo processo nel video qui sopra, in cui diverse foto di Waldos sono inserite nel software.

Matt Reed, il Tecnologo Creativo di Redpepper che ha curato il progetto, ha spiegato via email: “Ho ricevuto tutte le immagini di formazione di Waldo da Google Image Search; 62 teste Waldo distinte e 45 teste Waldo più corpo. Pensavo che non sarebbero stati sufficienti dati per costruire un modello forte, ma davano sorprendentemente buone previsioni su Waldos che non erano nel set di allenamento originale. “Reed è stato ispirato dalla capacità di Amazon Rekognition di riconoscere le celebrità e ha voluto sperimentare su un sistema simile che supportava i cartoni animati. Non aveva precedenti esperienze con AutoML e ci sono voluti circa una settimana per codificare il robot in Python.

Per me, questo è come l’equivalente di barare sui compiti di matematica cercando le risposte in fondo al libro di testo fra le soluzioni. O peggio, come ottenere una copia autografata di Where’s Waldo e quando apri il libro, scopri che tuo cuginoha già fatto il giro del Waldos con un pennarello rosso. Riguarda il viaggio, non la destinazione: il processo di scansione metodica delle pagine con gli occhi è completamente perso! Ma ovviamente nessuno userà questo robot per perdere il divertimento con Where’s Waldo , è solo una dimostrazione di ciò che AutoML può fare. Reed ha elencato alcune altre possibili applicazioni: “Forse un uso divertente potrebbe essere vedere quale personaggio dei cartoni animati l’IA ritiene più vicino? Forse potrebbe rilevare i falsi nei fumetti? ”

La descrizione del video di Redpepper dice : “Mentre solo un prototipo, il più veloce There’s Waldo ha sottolineato che una partita è stata di 4,45 secondi, che è migliore della maggior parte dei bambini di 5 anni.” Se questa è una competizione, non possiamo davvero vincere contro le macchine.

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi