Home / medicina / Intel con l’Università della Pennsylvania per utilizzare l’intelligenza artificiale con tutela della privacy per identificare i tumori cerebrali

Intel con l’Università della Pennsylvania per utilizzare l’intelligenza artificiale con tutela della privacy per identificare i tumori cerebrali


Intel Labs e la Perelman School of Medicine dell’Università della Pennsylvania (Penn Medicine) stanno istituendo una federazione con 29 istituzioni sanitarie e di ricerca internazionali per formare modelli di intelligenza artificiale (AI) che identificano i tumori cerebrali utilizzando una tecnica di conservazione della privacy chiamata apprendimento federato . Questo lavoro è finanziato dal programma Informatics Technology for Cancer Research (ICTR) del National Cancer Institute (NCI) del National Institutes of Health (NIH), attraverso una sovvenzione triennale di $ 1,2 milioni assegnata al ricercatore principale Dr. Spyridon Bakas, presso il Centro di Biomedicina immagine Computing e Analytics (CBICA) della University of Pennsylvania .

“L’intelligenza artificiale mostra una grande promessa per la diagnosi precoce dei tumori cerebrali, ma richiederà più dati di quanti ne disponga un singolo centro medico per raggiungere il suo pieno potenziale. Utilizzando il software e l’hardware Intel e il supporto di alcune delle menti più brillanti di Intel, stiamo collaborando con l’Università della Pennsylvania e una federazione di 29 centri medici che collaborano per promuovere l’identificazione dei tumori cerebrali e proteggere i dati sensibili dei pazienti. ” – Jason Martin, ingegnere principale, Intel Labs

Come funziona

Penn Medicine e 29 istituti sanitari e di ricerca di Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Germania, Paesi Bassi, Svizzera e India utilizzeranno l’apprendimento federato, che è un approccio di apprendimento automatico distribuito che consente alle organizzazioni di collaborare a progetti di apprendimento profondo senza condividere i pazienti dati.

Penn Medicine e Intel Labs sono stati i primi a pubblicare un documento sull’apprendimento federato nel settore dell’imaging medico, dimostrando in particolare che il metodo di apprendimento federato potrebbe addestrare un modello a oltre il 99% dell’accuratezza di un modello addestrato nel tradizionale, non privato metodo. Questo documento è stato originariamente presentato alla Conferenza internazionale sul Computer Image Computing e Computer Assisted Intervention (MICCAI) 2018, a Granada, in Spagna. Il nuovo lavoro sfrutterà il software e l’hardware Intel per implementare l’apprendimento federato in modo da fornire un’ulteriore protezione della privacy sia al modello che ai dati.

“È ampiamente riconosciuto dalla nostra comunità scientifica che la formazione sull’apprendimento automatico richiede dati ampi e diversificati che nessuna singola istituzione può contenere. Stiamo coordinando una federazione di 29 istituti sanitari e di ricerca internazionali che collaborano, che saranno in grado di formare modelli di intelligenza artificiale all’avanguardia per l’assistenza sanitaria, utilizzando tecnologie di apprendimento automatico che preservano la privacy, incluso l’apprendimento federato. Quest’anno, la federazione inizierà a sviluppare algoritmi che identificano i tumori cerebrali da una versione notevolmente ampliata del set di dati di sfida International Brain Tumor Segmentation (BraTS) . Questa federazione consentirà ai ricercatori medici di accedere a quantità notevolmente maggiori di dati sanitari, proteggendo al contempo la sicurezza di tali dati “. – Dr. Spyridon Bakas, Università della Pennsylvania

Perchè importa:

Secondo l’ American Brain Tumor Association (ABTA) , quasi 80.000 persone saranno diagnosticate con un tumore al cervello quest’anno, di cui oltre 4.600 sono bambini. Al fine di formare e costruire un modello per rilevare un tumore al cervello che potrebbe aiutare nella diagnosi precoce e risultati migliori, i ricercatori hanno bisogno di accedere a grandi quantità di dati medici rilevanti. Tuttavia, è essenziale che i dati rimangano privati ​​e protetti, che è qui che entra in gioco l’apprendimento federato con la tecnologia Intel. Utilizzando questo approccio, i ricercatori di tutte le organizzazioni partner saranno in grado di lavorare insieme per costruire e formare un algoritmo per rilevare un cervello tumore mentre protegge i dati medici sensibili.

Qual è il prossimo:

Nel 2020, Penn e le 29 istituzioni sanitarie e di ricerca internazionali utilizzeranno l’hardware e il software di apprendimento federato di Intel per produrre un nuovo modello di intelligenza artificiale all’avanguardia che viene addestrato sul più grande set di dati sui tumori cerebrali fino ad oggi, il tutto senza dati sensibili sui pazienti lasciando i singoli collaboratori. Il sottoinsieme di istituzioni collaboratrici che dovrebbero partecipare all’avvio della prima fase di questa federazione comprende l’Ospedale dell’Università della Pennsylvania, la Washington University di St. Louis, il University of Pittsburgh Medical Center, la Vanderbilt University, la Queen’s University, la Technical University di Monaco, Università di Berna, King’s College di Londra e Tata Memorial Hospital.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi