Home / Economia / Le Assicurazioni e l’intelligenza artificiale

Le Assicurazioni e l’intelligenza artificiale

Come la tua polizza assicurativa è alimentata dall’intelligenza artificiale

Nel mondo frenetico di oggi siamo continuamente di fronte a dossi che ci rallentano e diciamocelo – l’assicurazione è una di queste. Eppure, i giorni in cui telefonate e ripetete i vostri dettagli sono finiti da tempo. Dai siti di confronto ai promemoria tempestivi delle aziende stesse – ottenere un preventivo assicurativo sta diventando sempre più economico e semplice. Ed è principalmente l’adozione dell’intelligenza artificiale.

Dalle scatole nere ai chatbot, il settore assicurativo sta saltando i primi piedi nei dati – e il tuo portafoglio ti ringrazia.

Impatto profondo

L’amministratore delegato e co-fondatore di AMPLYFI , Chris Ganje, ritiene che l’utilizzo dell’intelligenza artificiale offra agli assicuratori la velocità per stare al passo con la vita moderna. Ha dichiarato:

L’IA sta avendo un profondo impatto sul settore assicurativo a tutti i livelli, dalla strategia e dai prezzi delle policy fino al marketing e all’amministrazione. L’intelligenza artificiale è in grado di digerire e analizzare vasti set di dati a velocità e accuratezza senza precedenti. Per gli assicuratori, questo consente vantaggi su una serie di fronti, come l’accelerazione delle quotazioni e delle politiche tariffarie, l’adozione di accordi più rapidi, un migliore rilevamento delle frodi e una migliore profilazione dei clienti, ad esempio, identificano i conducenti più sicuri attraverso i dati telematici. “

Guidato dai millennial

Come con molti servizi finanziari, i consumatori si stanno spostando verso i primi prodotti digitali. Ma per Richard Hartley, CEO e co-fondatore di Cytora , per lui sono i millennial che sono davvero al posto di guida.

Il comportamento dei consumatori millenario sta costringendo cambiamenti irreversibili tra i servizi finanziari, portando all’emergere di servizi basati sul digitale e su app per servizi bancari, prestiti, ipoteche e investimenti. Mentre la coorte millenaria avvia le proprie aziende e si sposta in ruoli decisionali nel mondo degli affari, l’assicurazione commerciale sta iniziando a subire la stessa rivoluzione. “

POTREBBE PIACERTI ANCHE
Tutto ciò si aggiunge a un mercato quotato più personalizzato, ritiene Ben Little, fondatore e direttore di Fearlessly Frank . Pensa che l’intelligenza artificiale sta consentendo agli assicuratori di offrire prodotti più personalizzati per attrarre un più ampio spettro di clienti. Questa “tecnologia Insure” utilizza la digitalizzazione e persino l’intelligenza artificiale per creare nuovi prodotti.

Due delle prime startup a lanciare in questo spazio sono state le app Lemonade e Cuvva rivolte ai mercati dell’assicurazione auto e casa. Più di recente è arrivato Sherpa, una nuova piattaforma assicurativa basata sull’IA, con l’obiettivo di abbattere le categorie e offrire un’offerta più olistica. Utilizzando un algoritmo su misura per costruire un profilo dati personalizzato, Sherpa fornisce a ciascun utente un “punteggio”, comunicando loro i rischi e le esigenze di copertura di tutti i tipi di assicurazione.

Paul Firkins, direttore Business Development di Hood Group , è d’accordo. Egli ha detto:

Con fonti di dati sempre crescenti; dall’Internet of Things (IoT), dalla Telematica e dai telefoni cellulari per citarne alcuni, solo l’intelligenza artificiale può sfruttare e sfruttare questa vasta conoscenza. Trasformerà l’esperienza del cliente da una generica proposta “taglia unica” a un viaggio in cui i prodotti sono personalizzati, valutando i feed in un livello comportamentale e forse di stile di vita e le richieste vengono immediatamente risolte; il tutto collegato insieme all’automazione senza interruzioni. Questo rende AI un’area allettante e sempre più competitiva per gli assicuratori su cui concentrarsi “.

Rendere i dati ancora più utili

Ma da dove viene il settore che raccoglie i suoi dati? Ganje conferma una moltitudine di posti:

L’analisi predittiva nel settore assicurativo è un’area che l’IA sta iniziando a trasformare. Una previsione accurata è un risultato chiave della business intelligence, con le società che ora si stanno solo svegliando al potenziale di analisi che possono essere generate dall’applicazione di tecniche analitiche avanzate, come l’apprendimento automatico, al vasto numero di dati sempre più disponibili.

Ad esempio, in AMPLYFI utilizziamo AI all’avanguardia per trovare, raccogliere e analizzare i dati sia dalla superficie che dal Web profondo contenuti in milioni di documenti accademici, brevetti, rapporti governativi, database, riviste o notizie, per trovare segnali e generare tendenze che possano aiutare le aziende a prendere decisioni importanti sul futuro. L’utilizzo dei dati storici è la base che gli assicuratori utilizzano per comprendere la loro base di clienti, aiutandoli a prevedere la loro esposizione alle richieste di risarcimento. Migliorare l’ampiezza e la profondità delle variabili che guidano questo processo consente alle aziende di adeguare i prezzi dei loro prodotti e premi, consentendo loro di attirare più clienti mantenendo le prestazioni finanziarie. “

È qualcosa che anche le grandi aziende stanno introducendo. Omni: noi siamo un’azienda che ha sviluppato tecnologie all’avanguardia per molte delle principali compagnie di assicurazione globali – come Allianz, Baloise e AmTrust – che contano sulla sua profonda esperienza di trasformazione digitale per innovare e soddisfare le crescenti esigenze dei clienti. Allo stesso tempo, le aziende di Insurtech – come Wefox – usano omni: noi per aumentare l’efficienza e concentrarsi sulle competenze chiave. Loro hanno detto:

In Omni: noi , la nostra previsione è che il settore assicurativo passerà da processo a data driven nei prossimi anni. Per quanto riguarda sia i mercati attuali che quelli futuri, questo approccio è il mezzo fondamentale per le compagnie di assicurazione, indipendentemente dalle loro dimensioni, per rimanere competitivi e l’effettiva implementazione della tecnologia AI renderà possibile questa transizione “.

I clienti stanno notando

Per Dimitris Vlitas, preside all’interno del team di Intelligenza Artificiale presso i Data Practitioners , pensa che i miglioramenti siano certamente evidenti:

I clienti saranno testimoni di miglioramenti frequenti e notevoli nel modo in cui le aziende interagiscono con loro, specialmente attraverso i canali digitali. Questi nuovi metodi alla fine sostituiranno le tradizionali tecniche di marketing. L’intelligenza artificiale e i dati saranno al centro dell’attenzione, offrendo ai clienti promozioni pertinenti e intuitive in linea con le loro mutevoli circostanze. Applicare l’intelligenza artificiale ai dati completamente anonimi creerà intuizioni di alta qualità e attività promozionali di maggior successo. Le aziende di maggior successo nei servizi finanziari faranno questo, e in tal modo, costruire un vantaggio competitivo e commerciale “.

AI per entrare nel mainstream nel 2019

La maggior parte degli esperti con cui ho parlato sono d’accordo sul fatto che mentre il 2018 è stato un anno cruciale per quanto riguarda le soluzioni che l’AI potrebbe offrire alle aziende, quest’anno saranno queste ultime a ridursi al livello dei consumatori.

Vlitas ha aggiunto:

L’intelligenza artificiale, unita alla scienza comportamentale, sarà senza dubbio un incredibile fattore di valore economico nel settore dei servizi finanziari. Nel 2019, vedremo le prove della sua applicazione di successo, poiché le aziende agili utilizzano le ultime metodologie per adattare la loro offerta alle esigenze individuali del cliente. “

Richard Hayes, CEO e cofondatore di Mojo Mortgages è d’ accordo:

Nel 2018 l’intelligenza artificiale passò alla realtà nel 2019. Come in ogni nuova ondata di tecnologia, l’adozione vera e propria è quando la nuova tecnologia può essere giudicata. Con così tanti esempi di implementazioni di successo dell’IA nell’ultimo anno, l’adozione di questa tecnologia dovrebbe e deve essere parte dei piani strategici di qualsiasi CEO per la riduzione a lungo termine dei costi, eliminando gli ostacoli alla scalabilità e ai miglioramenti dei modelli di business esistenti. “

In effetti, alcuni potrebbero dire che il settore assicurativo potrebbe essere l’istigatore dell’intelligenza artificiale tradizionale. Dove prima, i timori di minacce ai posti di lavoro sono stati invece sostituiti da abitudini e dati personali che non solo accelerano l’assicurazione annuale – ma risparmiano anche denaro.

Lascia un commento

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi