Home / Economia / Rapporto CB Insights finanziamenti record di oltre 20 miliardi di dollari per le startup di intelligenza artificiale nel secondotrimestre 2021

Rapporto CB Insights finanziamenti record di oltre 20 miliardi di dollari per le startup di intelligenza artificiale nel secondotrimestre 2021

I finanziamenti per le startup di intelligenza artificiale sono rimasti forti nel secondo trimestre, secondo il rapporto 

La pandemia ha stimolato gli investimenti nell’IA in quasi tutti i settori. Questo è secondo l’AI di CB Insights nel rapporto Numbers Q2 2021 , che ha scoperto che le startup di intelligenza artificiale hanno attirato finanziamenti record – oltre $ 20 miliardi – nonostante un calo del volume delle transazioni.

Mentre il tasso di adozione varia tra le imprese, la maggior parte di loro – 95% in un recente Globale S & P rapporto – considera AI di essere importante nei loro sforzi di trasformazione digitale. Secondo  IDC, le organizzazioni dovrebbero investire oltre 50 miliardi di dollari in sistemi di intelligenza artificiale a livello globale nel 2020, rispetto ai 37,5 miliardi di dollari del 2019. E entro il 2024, gli investimenti dovrebbero raggiungere i 110 miliardi di dollari.

 
Gli Stati Uniti hanno guidato come hub di intelligenza artificiale nel secondo trimestre, secondo CB Insights, attirando il 41% delle operazioni di venture equity delle startup AI. Le società con sede negli Stati Uniti hanno rappresentato il 41% delle trattative nel trimestre precedente, con un aumento del 39% anno su anno. Nel frattempo, la Cina è rimasta seconda agli Stati Uniti, con un aumento del 17% trimestre su trimestre.

Il finanziamento delle startup di AI nel secondo trimestre è stato guidato principalmente da “mega-round” o accordi per un valore di $ 100 milioni o più. Un totale di 24 società ha raggiunto per la prima volta valutazioni di “unicorno” di $ 1 miliardo e le uscite di AI sono aumentate del 125% rispetto al trimestre precedente, mentre le offerte pubbliche iniziali (IPO) di AI hanno raggiunto il massimo trimestrale storico di 11.

Valutazioni dell’unicorno
Le società di sicurezza informatica e di elaborazione hanno guidato l’ondata di unicorni appena coniati, seguiti a ruota da finanza e assicurazioni, vendita al dettaglio e beni di consumo confezionati. D’altro canto, l’AI nel settore sanitario ha continuato ad avere la quota maggiore di operazioni, rappresentando il 17% di tutte le operazioni di AI nel secondo trimestre.

La quota complessiva di accordi di fase intermedia, ovvero serie B e serie C, ha raggiunto il massimo storico del 26% durante il secondo trimestre, mentre la quota di accordi di fase avanzata (serie D e oltre) è rimasta legata al record del primo trimestre 2021 del 9%. Ma le notizie non erano tutte positive. CB Insights ha scoperto che gli accordi seed, angel e serie A hanno avuto una tendenza al ribasso, rappresentando solo il 55% degli accordi del secondo trimestre, con il sostegno dell’impresa aziendale che si è stabilizzato. Solo il 39% di tutte le offerte per le startup di intelligenza artificiale includeva la partecipazione di un investitore aziendale o di capitale di rischio aziendale, in leggero aumento rispetto al 31% nel primo trimestre del 2021.

 

Ma CB Insights afferma che l’aumento delle uscite di startup AI nel secondo trimestre riflette la forza del settore. “Il declino degli accordi in fase iniziale e l’aumento degli accordi in fase intermedia e finale suggeriscono un mercato in maturazione, tuttavia, i round in fase iniziale rappresentano ancora la maggior parte degli accordi di intelligenza artificiale”, hanno scritto gli analisti dell’azienda. “Il plateau di partecipazione [aziendale] agli accordi di intelligenza artificiale può riflettere una maggiore attenzione alla ricerca e sviluppo interna o alle società che scelgono di sviluppare relazioni con le società del portafoglio di intelligenza artificiale invece di acquisire nuovi accordi”.

Gli esperti prevedono che il mercato delle tecnologie di intelligenza artificiale e di apprendimento automatico raggiungerà i 191 miliardi di dollari entro il 2025, un balzo rispetto ai circa 40 miliardi di dollari attualmente stimati. In un recente sondaggio, Appen ha rilevato che le aziende hanno aumentato gli investimenti in media del 4,6% nel 2020, con un piano di investimenti dell’8,3% all’anno nei prossimi tre anni.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi