Home / Economia / Seoul Robotics non produce robot, ma li rende intelligenti

Seoul Robotics non produce robot, ma li rende intelligenti

Seoul Robotics: una visione 3D del futuro

Cosa definisce un’azienda di robotica? Seoul Robotics non costruisce robot, ma ha sviluppato una tecnologia cruciale per tutti i sistemi autonomi. Come dice il loro motto, Seoul Robotics non produce robot, ma li rende intelligenti , aiutandoli a vedere e interpretare il mondo che li circonda. È una società di 3D Computer Vision che ha sviluppato una piattaforma software per elaborare i dati dei sensori LiDAR.

Seoul Robotics, che ha già collaborazioni con Mercedes Benz, BMW (come fornitore di software Tier 1) e Qualcomm QCOM + 2,6%, ha appena fatto il suo ingresso ufficiale nel mercato statunitense con il lancio del suo primo prodotto commerciale, Discovery , un sensore e una soluzione software all-in-one.

LiDar è l’acronimo di Light Detection and Ranging; utilizza impulsi di luce laser per misurare le distanze. In combinazione con i dati di posizione e orientamento dei sistemi GPS e di unità di misura inerziale, ciò consente di costruire rappresentazioni 3D precise di oggetti. Dagli anni ’80 è stato utilizzato insieme alla tecnologia GPS per calcolare misurazioni geospaziali accurate. I sistemi LiDAR aviotrasportati, ad esempio, vengono utilizzati per ottenere misurazioni accurate delle caratteristiche topologiche della superficie terrestre, ad esempio per produrre mappe costiere accurate.


Negli ultimi anni, tuttavia, si è verificato un cambiamento importante: i componenti tecnologici di LiDAR sono diventati più economici, rendendoli accessibili per una gamma crescente di applicazioni: gli ultimi iPad Pro e iPhone 12 Pro, ad esempio, sono dotati di LiDAR.


Seoul Robotics se ne rese conto e decise di scommettere sulla potenza di LiDAR per accelerare lo sviluppo di sistemi autonomi. Il campo di applicazione principale e più noto attualmente è quello dei veicoli autonomi (AV): la tecnologia LiDAR può aiutare le auto a guida autonoma a vedere e navigare nell’ambiente. Diverse case automobilistiche hanno quindi sviluppato il proprio software per elaborare i dati LiDAR.

Seoul Robotics ha deciso di poter portare sul mercato un’offerta più potente. “La nostra soluzione ha tre vantaggi chiave – afferma HanBin Lee, cofondatore e CEO di Seoul Robotics – è indipendente dai sensori; ha una grande precisione; e ha una grande efficienza.

L’efficienza qui viene misurata nella quantità di potenza di calcolo necessaria per consentire al sistema di leggere e interpretare i dati 3D in tempo reale. Poiché gli AV diventano computer su ruote, la loro potenza di elaborazione a bordo deve soddisfare simultaneamente un gran numero di applicazioni diverse. Un software che consente di analizzare i dati 3D con un utilizzo minimo di potenza di calcolo diventa estremamente prezioso.

La precisione cattura la capacità del software di produrre rappresentazioni precise di oggetti anche a partire da dati sparsi e di bassa qualità. Ciò consente di espandere le applicazioni autonome ai casi in cui sono presenti meno sensori LiDAR o in cui i sensori hanno una portata o una qualità inferiore. È qui che l’apprendimento automatico alla base del software proprietario di Seoul Robotics, SENSR TM, entra davvero in scena .

La natura indipendente dai sensori della soluzione, tuttavia, potrebbe essere il più grande vantaggio dell’azienda in futuro. Significa che il software può analizzare i dati provenienti da quasi tutti i sensori LiDAR e 3D e può quindi essere applicato in una varietà di campi e applicazioni, andando ben oltre l’approccio a silos che è stato finora prevalente nel settore AV.

Le fabbriche intelligenti sono un ottimo candidato per beneficiare di questo tipo di tecnologia. Le applicazioni esistenti di Seoul Robotics includono la gestione degli AV nei parcheggi dei produttori. In questo tipo di ambiente circoscritto e abbastanza controllato, le soluzioni Seoul Robotics possono aiutare a creare “autonomia attraverso l’infrastruttura”, dove la tecnologia LiDAR è incorporata nell’infrastruttura stessa, eliminando la necessità di rendere ogni singolo veicolo dotato di LiDAR. La stessa strategia di affidarsi all ‘”infrastruttura intelligente” potrebbe aiutare i robot autonomi a operare in sicurezza in una fabbrica. Il software di visione 3D potrebbe anche aumentare la potenza dei dispositivi portatili e indossabili di realtà aumentata (come gli occhiali) già utilizzati per guidare i lavoratori attraverso procedure specifiche e fornire loro una formazione just-in-time.

Con Discovery, Seoul Robotics mira a “consentire ai sensori 3D di diventare dispositivi IoT”. La visione dell’azienda è quella di rendere la visione 3D basata sull’intelligenza artificiale – e LiDAR in particolare – una potente forza di accelerazione nello sviluppo di sistemi autonomi in tutti i settori e le applicazioni, dai veicoli a guida autonoma all’Industria 4.0 alle città intelligenti e oltre. Man mano che ci abitueremo ad avere LiDAR nel palmo delle nostre mani, la gamma di potenziali applicazioni si espanderà rapidamente: questo sarà uno spazio affascinante e importante da guardare.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi