Home / Economia / Sima.ai raccoglie 80 milioni di dollari per sviluppare chipset Edge

Sima.ai raccoglie 80 milioni di dollari per sviluppare chipset Edge

Lo sviluppatore di chipset Edge AI Sima.ai raccoglie $ 80 milioni

Sima.ai , una società che sviluppa hardware embedded edge per applicazioni di machine learning, ha annunciato oggi di aver raccolto 80 milioni di dollari in un round di serie B guidato da Fidelity Management & Research Company. La startup afferma che i fondi saranno utilizzati per commercializzare il suo prodotto system-on-a-chip di prima generazione, nonché per avviare lo sviluppo dell’architettura del suo prodotto di seconda generazione e supporta il go-to-market di Sima.ai, il successo dei clienti e assumere iniziative a livello globale.

Secondo Markets and Markets, si prevede che l’edge computing raggiungerà un mercato da 6,72 miliardi di dollari entro il 2022 . La sua crescita coinciderà con quella del mercato dei chipset di deep learning, che secondo alcuni analisti raggiungerà i 66,3 miliardi di dollari entro il 2025. C’è una ragione per queste proiezioni rosee: si prevede che l’edge computing rappresenterà circa i tre quarti del business globale globale dei chipset AI. nei prossimi sei anni.


Dopo essere emerso dalla furtività alla fine del 2019, Sima.ai ha svelato quella che chiama la sua piattaforma “sistema su chip di apprendimento automatico”: un chipset acceleratore AI progettato con bassi requisiti di alimentazione e supporto per inferenze rapide. L’azienda afferma che le prestazioni del suo hardware vanno da 50 TOPS (operazioni teoriche al secondo) a 200 TOPS da 5 watt a 20 watt, offrendo ciò che Sima.ai afferma essere una “novità del settore” di 10 TOPS per watt.

“[Il nostro chip] combina l’IP di elaborazione tradizionale di Arm con il nostro acceleratore di machine learning e acceleratore di visione dedicato … Combinando più mosaici di acceleratori di machine learning tramite un’interconnessione proprietaria, possiamo scalare da 50 TOP a 5 Watt fino a [un teorico] 400 I TOP a 40 Watt “, ha spiegato in un post sul blog lo scorso anno Kavitha Prasad, VP dello sviluppo aziendale e delle applicazioni di sistema di Sima.ai. “Sebbene sia in grado di supportare un’ampia gamma di carichi di lavoro ML come l’elaborazione del linguaggio naturale, il [chip] di SiMa.ai è inizialmente ottimizzato per le applicazioni di visione artificiale”.

Sima.ai mira a collaborare con i clienti nei settori della robotica, delle città intelligenti, dei veicoli autonomi, dell’imaging medico e del governo. La società afferma di aver completato diversi primi impegni con i clienti e ha recentemente annunciato l’apertura di un centro di progettazione a Bengaluru, in India, che secondo Sima.ai supporterà l’ingegneria e le operazioni lanciando opportunità di lavoro per lo sviluppo del consiglio di amministrazione, le operazioni, l’infrastruttura e i ruoli delle applicazioni di sistema .

“L’embedded edge è un mercato multimiliardario e utilizza ancora una tecnologia vecchia di decenni. Sima.ai è pronta a sconvolgere questo enorme mercato con la nostra tecnologia e approccio differenziati per l’apprendimento automatico “, ha dichiarato in un comunicato stampa il fondatore e CEO Krishna Rangasayee.

concorrenza
Vale la pena notare che Sima.ai ha molto in termini di concorrenza. Le startup AIStorm , Hailo , Esperanto Technologies , Quadric , Graphcore , Xnor e Flex Logix stanno sviluppando chip personalizzati per carichi di lavoro AI – e sono tutt’altro che gli unici. Mobileye, la società di Tel Aviv acquisita da Intel per 15,3 miliardi di dollari nel marzo 2017, offre una soluzione di elaborazione della visione artificiale per AV nella sua linea di prodotti EyeQ. E Baidu lo scorso luglio ha presentato Kunlun, un chip per l’edge computing su dispositivi e nel cloud tramite datacenter.

Ma Sima.ai sembra essere ben capitalizzato, con $ 120 milioni di finanziamenti fino ad oggi, avendo chiuso un round di finanziamento da $ 30 milioni nel maggio 2020 guidato da Dell Technologies Capital. La società prevede di registrare il suo chipset all’inizio di quest’anno con l’obiettivo di fornire campioni di ingegneria e potenzialmente campioni dei clienti entro la fine del 2021.

Oltre a Fidelity, Adage Capital Management, Amplify Partners, Dell, Wing Venture Capital, Alter Venture Partners e + ND Capital hanno partecipato alla serie B di Sima.ai con sede a San Jose, in California.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi