ChatGPT è ora disponibile su WhatsApp
L’API ufficiale per ChatGPT non è stata ancora rilasciata.
 
 
L’imprenditore statunitense e co-fondatore di Cue (acquisita da Apple), Daniel Gross, ha integrato GPT-3.5 (utilizzato per creare ChatGPT ) in un assistente abilitato all’intelligenza artificiale su WhatsApp. 

Incorporando GPT-3.5 in WhatsApp, Gross è stato in grado di chattare con il bot come se fosse un amico nella sua lista di contatti. Lo chiama WhatsApp-GPT. 

Il codice è disponibile su GitHub . 


Secondo Gross, ha eseguito WhatsApp da un telefono utilizzando la libreria golang e contemporaneamente ha eseguito “ChatGPT” su un browser. Sottolinea inoltre che potrebbe non funzionare al primo tentativo. 

Tuttavia, va notato che l’API ufficiale per ChatGPT non è ancora disponibile. 

Anche l’influencer tecnologico Varun Mayya ha annunciato qualcosa di simile su Twitter. Ha detto: “Annunciando God In a Box , un’implementazione diretta di GPT-3.5 in WhatsApp. A differenza di altre implementazioni, la nostra utilizza il nuovissimo modello e l’API e non richiede credenziali. Stiamo lanciando stasera, ma avrai bisogno di una chiave beta.

Tuttavia, puoi unirti alla lista d’attesa anche se non hai la chiave beta.

Ispirato da Gross, l’utente di Twitter Altryne è persino riuscito a incorporare ChatGPT in Telegram .


Dal suo lancio, ChatGPT ha preso d’assalto Internet e ha già registrato un milione di utenti in pochi giorni. Ciò che rende impressionante ChatGPT è che oltre a rispondere a domande generali, può spiegare codici e concetti scientifici, scrivere saggi accademici di base e persino sceneggiature per commedie romantiche. 

Il modello è rilasciato nella sua versione Beta ed è gratuito. Tuttavia, Sam Altman, fondatore di OpenAI , ha affermato che prenderebbero in considerazione la possibilità di monetizzare il modello con un costo medio di centesimi a una cifra per chat. Ha anche aggiunto che la monetizzazione diventa particolarmente importante in quanto “i costi di elaborazione fanno venire l’acquolina in bocca”.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi