Di Lance Eliot

Che cos’è?

Un approccio per ottenere un’auto a guida autonoma o senza conducente sarebbe creare un robot in grado di guidare un’auto convenzionale a guida umana (vedi la mia discussione a questo link qui ).

Quindi, piuttosto che costruire le capacità di guida direttamente in un’auto, l’idea è che un robot sarebbe in grado di entrare in un’auto normale di tutti i giorni e guidare il veicolo, come se un essere umano fosse in grado di entrare in un’auto e fare il guida. Questo tipo di attività esplorativa si svolge in alcuni laboratori di ricerca, ma generalmente è molto lontana per essere pratica.

A breve termine, l’unica strada percorribile per una vera auto a guida autonoma comporterà l’infusione della tecnologia di guida autonoma nel veicolo stesso.

Ma solo perché qualcosa non è realizzabile immediatamente oa breve termine non significa che non debba essere perseguito. Coloro che hanno un orizzonte temporale a più lungo termine possono facilmente immaginare un futuro che avrebbe robot per guidare auto, camion, autobus e così via.

Fare il duro lavoro su quel tipo di innovazione basata sull’intelligenza artificiale è perfettamente soddisfacente e in effetti piuttosto lodevole.

Sarebbe facile gettare la spugna in questo frangente e presumere che tutte le auto a guida autonoma consisteranno in meccanizzazioni integrate. Qualcuno potrebbe persino esortare che il robot che guida è una faccenda da pazzi o che il mondo sarà completamente auto a guida autonoma nel momento in cui si otterrà un robot di guida. Non sono d’accordo con tale valutazione e ho offerto una confutazione nella mia precedente discussione su questo argomento.

Per quei ricercatori che perseguono il robot guida, continua il nobile lavoro e non lasciarti scoraggiare dalle tue valorose occupazioni.

Come si suol dire, continua a fare camion.

Forse ti starai chiedendo perché sarebbe vantaggioso avere un robot in grado di guidare un’auto. In altre parole, potrebbe sembrare che non farebbe un briciolo di differenza se l’auto si è guidata da sola tramite le funzionalità integrate o se un robot è entrato nel veicolo e ha guidato.

Nella mia copertura precedente, ho identificato diversi vantaggi chiave per avere un robot in grado di guidare un’auto convenzionale a guida umana, inclusi questi notevoli vantaggi:

· Qualsiasi auto convenzionale potrebbe diventare istantaneamente una cosiddetta auto a guida autonoma, anche se guidata da un robot, ma almeno non richiede un guidatore umano, e farlo semplicemente facendo entrare il robot di guida nel veicolo ed eseguire l’intero l’atto di guida.

· Si potrebbe presumibilmente passare facilmente il robot di guida da un’auto convenzionale a un’altra. Ciò significa che qualsiasi auto in qualsiasi momento può diventare immediatamente un’auto a guida autonoma (ovvero, non a guida umana).

· Il conducente dell’auto sarebbe stato immediatamente visto. Questo è uno svantaggio un po ‘meno ovvio delle imminenti auto a guida autonoma, vale a dire che con le capacità di guida integrate non c’è un conducente al posto di guida. Le preoccupazioni abbondano sul fatto che quando i conducenti umani in altre auto tentano di guardare il conducente di un’auto a guida autonoma, non avranno alcun indizio sugli atti di guida, e allo stesso modo, anche i pedoni mancheranno di tali segnali. Potrebbero essere necessari vari componenti aggiuntivi per le auto a guida autonoma per superare questo problema (vedi la mia analisi a questo link qui ).

· Il costo di avere un’auto a guida autonoma va verso il robot che guida piuttosto che l’auto stessa. In breve, una preoccupazione per le vere auto a guida autonoma è che potrebbero essere estremamente costose e inaccessibili, forse diventando qualcosa che solo i ricchi possono permettersi (vedi la mia spiegazione a questo link qui ). Un robot guidatore guiderebbe un’auto di tutti i giorni, il che significa che l’auto stessa ha sempre lo stesso prezzo indipendentemente dal fatto che sia il robot alla guida o un essere umano la guida.

· Un robot di guida potrebbe essere più facilmente condiviso e utilizzato su base diffusa. Una vera auto a guida autonoma con funzionalità integrate è semplicemente un’auto. Un robot alla guida potrebbe guidare qualsiasi macchina convenzionale. In quanto tale, il robot di guida ha una maggiore utilità, inoltre il costo del robot di guida può essere ripartito tra una moltitudine di utenti o proprietari in un modo più versatile rispetto a una singola auto a guida autonoma.

· Un robot di guida potrebbe fornire usi aggiuntivi. Una vera auto a guida autonoma ha un solo scopo, apparentemente è un’auto che guida e questo è tutto ciò che fa (anche se, in particolare, questo è un atto dannatamente impressionante!). Un robot alla guida potrebbe essere in grado di svolgere altre attività, come essere in grado di scendere dall’auto e portare un pacco alla porta di una casa. Si noti che questo non è un requisito in sé e meramente identificabile come potenziale uso aggiunto che potrebbe essere concepito.

Ci sono anche vari svantaggi dell’utilizzo di un robot di guida rispetto all’obiettivo di utilizzare o creare una vera auto a guida autonoma, che non delineerò qui queste carenze. Vi esorto a dare un’occhiata al mio precedente articolo sull’argomento per vedere l’elenco articolato di svantaggi o svantaggi. L’unico motivo per cui non sto elencando gli svantaggi nel presente documento è semplicemente dovuto alla quantità di spazio di inchiostro che consumerebbe e vorrei invece concentrarmi su alcuni elementi aggiuntivi sul tema della guida dei robot.

Nel frattempo, sappi che ci sono degli svantaggi nel guidare i robot e confido che tu sappia che un robot alla guida non è tutto rose e fiori e può contenere anche spine spinose.

Un altro punto veloce. Non cadere nella classica trappola mentale di pensare che questi due approcci debbano escludersi a vicenda. Questa è una falsa dicotomia. Possiamo avere vere auto a guida autonoma che hanno tutto il coraggio dell’IA integrato direttamente nel veicolo e possiamo anche avere robot di guida.

Questo potrebbe sembrare sconcertante.

Non avremmo bisogno solo dell’uno o dell’altro e non avremmo bisogno di entrambi?

Solo negli Stati Uniti ci sono circa 250 milioni di auto convenzionali (vedi le mie statistiche raccolte a questo link qui ). Alcuni esperti sono sognatori che sostengono che in qualche modo, magicamente, dall’oggi al domani tutte quelle auto convenzionali scompariranno o evaporeranno nel nulla, una volta che avremo auto a guida autonoma. Questo non ha senso dal punto di vista economico e la realtà è che passeranno molti anni, probabilmente decenni prima di vedere gradualmente una prevalenza predominante di auto a guida autonoma e il vaglio di auto convenzionali sulle nostre strade.

In quanto tale, è perfettamente logico che tu possa avere alcune porzioni di auto sulle autostrade e strade secondarie che sono vere auto a guida autonoma e contemporaneamente avere auto convenzionali guidate da robot alla guida. Fare entrambi questi approcci è assolutamente sensato e certamente fattibile, supponendo che le auto a guida autonoma siano realizzabili e quelli che guidano i robot siano realizzabili.

Un ultimo commento prima di entrare nel vivo di questa discussione e coprire maggiori dettagli sulla guida dei robot, niente di tutto questo dice nulla sul costringere i conducenti umani ad alzarsi dal posto di guida. Tutto sommato, potresti trovarti su qualsiasi autostrada, autostrada o strada e assistere a te accanto a una vera auto a guida autonoma, a un robot alla guida di un’auto convenzionale e anche a un’auto a guida umana nelle vicinanze.

Coesisterebbero tutti sulle nostre strade.

Questo è un po ‘una delusione per alcuni che vogliono asportare o estinguere l’atto della guida umana. Il loro sentimento è sicuramente al posto giusto grazie alla speranza di farla finita per sempre con la guida ubriaca, la guida distratta e le altre debolezze dei conducenti umani. Gli Stati Uniti hanno circa 40.000 vittime di incidenti stradali all’anno e circa 2,5 milioni di feriti a causa di incidenti stradali, molti dei quali sono dovuti a carenze nella guida umana. In questo quadro di riferimento, meno c’è di guida umana, e supponendo che le vere auto a guida autonoma e i conducenti robot siano altrettanto sicuri o più sicuri della guida umana, meglio siamo tutti.

Un punto critico è che rimane una questione aperta se la soppressione della guida umana è un’opzione socialmente fattibile. In sostanza, anche se potessi aumentare le auto a guida autonoma e i robot di guida, immaginando così che non sia necessaria la guida umana, vieteremmo o vieteremmo davvero la guida umana sulle nostre strade pubbliche?

In questo momento, alcune persone sostengono con fervore che l’unico modo per impedirgli di guidare è rimuovere le loro mani fredde e morte dal volante.

Cambiando marcia, torniamo a quei robot alla guida.

Ecco l’interessante obiettivo di oggi: che tipo di regole di base dovrebbero esserci per quei robot alla guida?

Spacchettiamo la questione e vediamo.

Comprensione dei livelli delle auto a guida autonoma

Per chiarire, prima di entrare nel succo dei robot di guida, discutiamo brevemente delle vere auto a guida autonoma. Le vere auto a guida autonoma sono quelle che l’IA guida l’auto interamente da sola e non c’è alcuna assistenza umana durante l’attività di guida.

Questi veicoli senza conducente sono considerati di Livello 4 e Livello 5 (vedere la mia spiegazione a questo link qui ), mentre un’auto che richiede un guidatore umano per condividere lo sforzo di guida è solitamente considerata di Livello 2 o Livello 3. Le auto che condividono l’attività di guida sono descritti come semi-autonomi e in genere contengono una varietà di componenti aggiuntivi automatizzati che vengono indicati come ADAS (Advanced Driver-Assistance Systems).

Non c’è ancora una vera auto a guida autonoma al Livello 5, che non sappiamo nemmeno se sarà possibile raggiungere, né quanto tempo ci vorrà per arrivarci.

Nel frattempo, gli sforzi di Livello 4 stanno gradualmente cercando di ottenere un po ‘di trazione sottoponendosi a prove su strade pubbliche molto strette e selettive, anche se c’è controversia sul fatto che questo test debba essere consentito di per sé (siamo tutti cavie di vita o di morte in un esperimento che si svolgono sulle nostre autostrade e strade secondarie, alcuni sostengono).

Poiché le auto semi-autonome richiedono un guidatore umano, l’adozione di questi tipi di auto non sarà notevolmente diversa dalla guida di veicoli convenzionali, quindi non c’è molto di nuovo di per sé da trattare su questo argomento (anche se, come vedrai in un momento, i punti esposti successivamente sono generalmente applicabili).

Per le auto semi-autonome, è importante che il pubblico debba essere avvertito di un aspetto inquietante che si è manifestato ultimamente, ovvero che nonostante quei guidatori umani che continuano a postare video di se stessi addormentati al volante di un’auto di Livello 2 o Livello 3 , dobbiamo tutti evitare di farci credere che il conducente possa distogliere la sua attenzione dal compito di guida mentre guida un’auto semi-autonoma.

Sei la parte responsabile delle azioni di guida del veicolo, indipendentemente da quanta automazione potrebbe essere lanciata in un Livello 2 o Livello 3.

Macchine e quei robot alla guida

Vorrei identificare alcune regole di base sulla guida dei robot.

Dopo aver fatto un’affermazione così audace, chiariamo che un robot di guida può essere realizzato in qualsiasi modo chiunque voglia farlo. Supponendo che il robot di guida sia in grado di svolgere il compito di guidare, e inoltre supponendo che rispetti qualsiasi regola o regolamento legale, il design e altri aspetti possono essere quello che vuoi.

Per inciso, puoi scommettere il tuo dollaro più basso che se raggiungiamo un punto di avere robot alla guida, questo solleverà ogni sorta di domande interessanti su come garantire che siano competenti e adeguatamente autorizzati a guidare un’auto. Proprio come gli esseri umani devono sottostare a vari requisiti per ottenere una patente di guida valida, così farebbero anche quei preziosi robot di guida.

Immagina, se vuoi, un robot di guida che è in fila al tuo DMV (Dipartimento dei veicoli a motore) locale, in attesa di sostenere il test del conducente.

Certo, questa è una forma un po ‘ridicola di teatro e non è probabile che si verifichi la regolamentazione e la certificazione dei robot di guida. Ci sarebbero senza dubbio tutti i tipi di controlli ed equilibri vitali alla base del dispiegamento e dell’uso dei robot di guida. Certamente non vogliamo finire per sostituire i conducenti umani con qualcosa di peggio che causa più danni che benefici.

Ad ogni modo, se rimugini sul concetto di un robot che guida, potrebbero venire in mente alcune pratiche regole di base. Piuttosto che farti iniziare quell’elenco da zero, ho messo insieme il mio elenco che può fornire materiale per la discussione sull’argomento.

Ciascuna delle regole di base è “ragionevole” nel senso che esiste una base razionale per proporre la regola di base. Posso solo coprire così tanto della base logica sottostante qui, inoltre cercherò di spiegare brevemente cosa rende la regola di base degna di considerazione. Sono sicuro che ti verranno in mente ancora più regole di base da aggiungere alla lista, e in tal caso è meraviglioso, e più sono meglio è.

Ecco qui:

  1. Il robot di guida deve essere mobile di per sé.

Questa regola di base è che il robot deve essere in grado di entrare e uscire dall’auto, facendolo da solo, senza alcuna assistenza umana. Se fosse necessario un essere umano per metterlo a posto, il mio scrupolo è che ciò limiterebbe gravemente l’utilità della cosa. Proprio come un essere umano di solito può entrare e uscire da un’auto da solo, così dovrebbe fare il robot che guida. Ciò consente anche a un essere umano di assumere prontamente la guida, quando lo desidera, semplicemente chiedendo al robot di togliersi di mezzo. Significa anche che un essere umano può presumibilmente dire al robot di salire in macchina e iniziare a guidare. Non c’è bisogno di occuparsi di sollevare la bestia o altrimenti di sollevare un dito per farlo diventare l’automobilista.

  1. Il robot di guida deve essere in grado di adattarsi allo spazio normale del conducente.

Per questa regola di base, l’idea è che il robot non può essere più grande della normale quantità di spazio riservata in un’auto per consentire a un conducente di sedersi e guidare l’auto. Se il robot fosse di grandi dimensioni, non sarebbe quindi in grado di guidare nella maggior parte delle auto. Inoltre, supponiamo che occupasse lo spazio di diciamo due persone, beh, non ci sono molte auto in questi giorni che avrebbero un sedile anteriore a panchina per ospitare questo. Il robot di guida deve essere in grado di sedersi sul sedile avvolgente di un conducente di dimensioni normali e non può occupare spazio oltre a quello di un umano paffuto.

  1. Il robot di guida deve essere in grado di guidare l’auto interamente da solo.

In questa regola di base, il punto è che il robot che guida non può “barare” e in qualche modo richiede che qualcuno o qualcos’altro lo aiuti a guidare. Ad esempio, immagina se un umano avesse bisogno di sterzare, nel frattempo il robot di guida faceva tutto il resto. Rifiuto quell’idea. Il robot di guida deve essere abbastanza buono da non richiedere nessun altro guidatore adulto in macchina. Ciò significa che il robot di guida può svolgere completamente il compito di guida quando non è presente un adulto, e in effetti può guidare da solo quando non ci sono passeggeri umani a bordo.

  1. Il robot di guida deve utilizzare i controlli di guida basati sull’uomo esistenti.

Questa regola di base è che il robot di guida deve essere in grado di utilizzare il volante convenzionale, il pedale del freno e il pedale dell’acceleratore, oltre ad essere in grado di accedere e utilizzare tutti gli altri elementi di guida operativi convenzionali nell’auto. Potresti essere tentato di suggerire che il robot di guida potrebbe semplicemente collegarsi a qualche porta specializzata dell’auto ed emettere comandi di guida elettronici. Sì, va bene come bonus, ma questo presuppone anche che un’auto convenzionale abbia una tale disposizione. Quasi nessuno lo fa e dovresti convincere le case automobilistiche a iniziare a cambiare le loro auto per consentire questa possibilità. No, l’auto è un’auto e il robot che guida deve guidarla così com’è, proprio come gli umani guidano l’auto. Questo è un requisito fondamentale.

  1. Il robot di guida può essere collegato all’auto per l’alimentazione, ma solo convenzionalmente.

Ho intenzione di ritagliarmi in qualche modo una sorta di eccezione alla regola di base precedente, consentendo al robot di guida di collegarsi potenzialmente e trarre energia elettrica dall’auto. Ma non eccitarti troppo per questo. La restrizione è che il robot di guida può solo collegarsi e ricevere alimentazione nello stesso modo in cui si potrebbe collegare qualsiasi altro accessorio elettrico. In questo senso, l’auto non ha bisogno di essere equipaggiata con nulla di speciale per fornire energia al robot di guida (avrà senza dubbio bisogno della sua fonte di energia). In breve, questa disponibilità a far utilizzare al robot di guida la potenza dell’auto non è un grosso problema, poiché è limitata a ciò che si può già fare con qualsiasi auto e probabilmente non risolverà in particolare alcun problema di progettazione del consumo di energia per quelle ideare un robot di guida. Questo non renderà le cose molto più facili al riguardo, mi dispiace.

  1. Il robot di guida non può dipendere da alcun tipo di ADAS esistente per l’auto.

Questa regola di base è simile alla regola precedente secondo cui il robot di guida deve essere in grado di guidare l’auto da solo. Alcune auto non hanno quasi alcuna parvenza di ADAS e, come tale, il robot di guida deve essere in grado di guidare questo tipo di auto. Detto questo, se un’auto ha vari ADAS, il robot di guida può utilizzare l’ADAS, in modo simile a come potrebbe farlo qualsiasi guidatore umano. Tieni presente che il robot che guida è ancora responsabile della guida (in senso tecnologico, non necessariamente un significato “legale”) e non può fare affidamento sull’ADAS più di quanto potrebbe fare un essere umano. L’ADAS non può diventare una stampella necessaria affinché il robot di guida sia in grado di intraprendere il compito di guida.

  1. Il robot di guida deve essere in grado di interagire con i passeggeri, normalmente.

Questa è una regola di base un po ‘più complicata. Per una vera auto a guida autonoma, le case automobilistiche e le aziende tecnologiche a guida autonoma stanno ancora cercando di capire come consentire ai passeggeri di interagire con il sistema di guida AI. In alcuni casi, trasmetti la tua destinazione tramite, ad esempio, uno smartphone, e questo è tutto. Il futuro dovrebbe comportare il fatto che il sistema di guida AI utilizzi il Natural Language Processing (NLP), quindi il passeggero può conversare con il sistema di guida AI per indicare preferenze come oscillare attraverso un hamburger drive-thru durante un viaggio di guida. Per un robot alla guida, devono esserci alcuni mezzi praticabili per far comunicare i passeggeri con esso, altrimenti il ​​robot alla guida sarebbe un guidatore piuttosto trampolino e l’atto di guida sarebbe molto meno prezioso.

  1. Il robot di guida deve essere affidabile, sicuro, protetto, affidabile, ecc.

Questa regola di base è il solito tipo di posta in gioco per qualsiasi sistema robotico che potrebbe interagire con gli umani e che sta eseguendo un tipo di compito veramente di vita o di morte. Se il robot di guida a volte singhiozza e si blocca con una schermata blu della morte, beh, non è certamente il tipo di sistema di guida che chiunque vorrebbe. Tutti i robot di guida che saranno al volante di un’auto devono essere affidabili, sicuri, protetti, affidabili, ecc., E impregnare una sfilza di tratti così vitali e assolutamente necessari. A differenza degli umani che potrebbero decidere di fare un giro quando sono fuori dal mondo o dalla zucca, il robot guida non deve guidare se non è completamente pronto, capace e in grado di guidare. È stato detto abbastanza.

  1. Il robot che guida può fare aspetti bonus ma deve almeno fare il set minimo.

Questa regola di base implica l’idea che il robot di guida deve essere in grado di svolgere tutte le normali attività che un guidatore umano farebbe o potrebbe svolgere in relazione al compito di guida. Questo è il minimo indispensabile. Inoltre, è possibile aggiungere ulteriore glassa sopra questa torta. Può un robot di guida essere anche il tuo chef personale e preparare il soufflé più grande del mondo? Certo, ma non a scapito di non essere in qualche modo in grado di guidare completamente e correttamente un’auto. Il compito di guidare l’auto è il forte e la ragion d’essere. Qualsiasi altra cosa che il robot alla guida può fare è un bel vantaggio e accolto con favore, ammesso che sia civile, corretto, legale e ragionevole.

Conclusione

Potresti aver capito che il tema principale alla base è che il robot di guida dovrebbe essere essenzialmente compatibile con le convenzioni dei conducenti umani.

Nel campo dei computer, ci riferiamo alla compatibilità con le versioni precedenti come la condizione che qualsiasi nuovo hardware sia completamente compatibile con l’hardware precedente (questa è una definizione rapida). Per il robot di guida, l’usabilità più ampia possibile sarebbe che la cosa sarebbe in grado di scivolare facilmente nel sedile del conducente di qualsiasi macchina che un normale essere umano potrebbe guidare, avviare il motore e allontanarsi, proprio come un essere umano.

Non è necessario apportare una virgola o un’oncia di modifica all’auto stessa.

Certo, questa è una visione un po ‘sognante. Probabilmente ci sarebbero alcune eccezioni. Le eccezioni però non dovrebbero diventare la regola. Una meccanica robusta e popolare garantirebbe che il robot di guida sarebbe in grado di essere un pilota ogni volta che ne hai bisogno.

Per le auto a guida autonoma, è necessario trovare un’auto a guida autonoma prima di poterla utilizzare.

Nel caso di un robot che guida, a condizione che tu abbia un robot che guida vicino a te o ti accompagni, qualsiasi macchina andrà bene.

Non hai bisogno di sapere come guidare. Non è necessario dire al robot alla guida come guidare. Puoi affidare al robot di guida la guida. Il robot guida può guidare senza alcuna istruzione. Il robot guida può anche guidare quando l’auto è completamente vuota e non ha passeggeri umani.

Per inciso, sono sicuro che qualcuno chiederà cosa farebbe un robot alla guida se entrasse in una vera macchina a guida autonoma?

Niente.

Questa è una risposta un po ‘tranquilla, sarebbe un passeggero e farebbe qualsiasi cosa qualsiasi passeggero potrebbe fare (beh, probabilmente, alcuni passeggeri umani proveranno a offrire consigli di guida alle auto a guida autonoma, quindi si suppone che forse un robot alla guida potrebbe essere tentato di fare lo stesso).

Nel complesso, se ho stuzzicato il tuo appetito per un robot che guida, ti suggerirei di unirti a quelli che stanno cercando di realizzare un miracolo e creare un robot di guida e mettersi a lavorare con loro (del tipo descritto qui, che è un compito arduo, te lo assicuro).

A proposito, dovrai metterti in fila, dato che ho già effettuato l’ordine per un robot alla guida. Una volta che avrò il mio, forse te lo lascerò prendere in prestito, ma solo se lo tratti bene e lo riprendo interamente in un unico pezzo guidabile.

Di ihal

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi