Home / medicina / L’intelligenza artificiale può aiutare a identificare il coronavirus COVID-19?

L’intelligenza artificiale può aiutare a identificare il coronavirus COVID-19?


Il virus Covid-19 dalla sua diffusione ad altri paesi da gennaio e diventare una pandemia ha creato un senso di panico tra tutti. La vera ragione per cui questo virus diventa una pandemia è che è asintomatica. Ciò significa che potresti ottenere Covid-19 e non mostrare alcun sintomo.

In tutta questa confusione di chi ha questo virus e chi no, gli sviluppatori stanno cercando di fare la propria parte creando nuove app e software per aiutare il governo in ogni modo possibile. Il più semplice sarebbe aiutare a rilevare il virus il prima possibile.


L’intelligenza artificiale (AI) può aiutare a combattere il coronavirus attraverso applicazioni tra cui lo screening della popolazione, le notifiche di quando cercare assistenza medica e il monitoraggio della diffusione dell’infezione. Uno di questi strumenti è lo strumento AI COVID-Net che può aiutare a identificare i COVID-19 attraverso i raggi X toracici.


Sviluppato dai ricercatori dell’Università di Waterloo e dalla startup canadese DarwinAI, il nuovo strumento AI era di provenienza aperta. Sebbene molti ricercatori abbiano sviluppato più strumenti con una funzione simile, nessuno di essi è stato reso pubblico. COVID-Net diventa il primo strumento per farlo e aiuta gli operatori sanitari a identificare i casi più rapidamente.

Lo strumento è una rete neurale convoluzionale o uno strumento AI che aiuta a riconoscere le immagini. Poiché i casi di COVID-19 continuano a crescere in tutto il mondo, compresi più di 100 nuovi casi in un solo giorno in India, questo strumento potrebbe essere rivoluzionario.

COVID-Net è particolarmente addestrato per identificare i pazienti con il nuovo Coronavirus e i ricercatori sperano di aumentare lo screening assistito da computer nei paesi infetti. Lo strumento AI è stato addestrato utilizzando 5.941 radiografie del torace di 2.839 pazienti. Tutti questi pazienti presentavano condizioni diverse: alcuni avevano infezioni batteriche, alcuni avevano infezioni non COVID, mentre altri avevano infezioni COVID-19.

Questo non è il primo strumento di intelligenza artificiale che ha lo scopo di aiutare i medici a seguire rapidamente il processo di rilevazione, molti centri medici nel corso del periodo di tempo hanno utilizzato vari strumenti di intelligenza artificiale per alleviare il carico. Medical Home Network, un’organizzazione al servizio dei pazienti nell’area di Chicago, sta usando l’intelligenza artificiale per identificare le persone che hanno una maggiore vulnerabilità a gravi complicanze da COVID-19.

Il modello predittivo basato su AI COVID-19 di ClosedLoop.ai è stato utilizzato in combinazione con i dati demografici dei pazienti di MHN, i determinanti sociali della salute, i reclami e l’attività clinica per creare un modello predittivo che consente a MHN di dare la priorità alla gestione delle cure per i pazienti che sono probabilmente più vulnerabili a gravi complicazioni da COVID-19.

Allo stesso modo, il Tampa General Hospital in Florida ha installato un nuovo sistema di IA progettato per rilevare pazienti febbrili con una semplice scansione del viso.

Con oltre 100 nuovi casi in India oggi, il sistema sanitario indiano potrebbe presto esaurirsi. Considerando che in media l’India ha un ospedale gestito dallo stato per 55.591 persone, un letto singolo per ogni 1.844 persone e c’è già una carenza di quasi 500.000 medici, presto potremmo aver bisogno di aiuto. Cosa può esserci di meglio di questi strumenti di intelligenza artificiale?

Priyanka Aggarwal

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi