Home / Software / Sta veramente arrivando il Metaverso ?

Sta veramente arrivando il Metaverso ?

Il Metaverso: come costruire un enorme mondo virtuale 

Facebook vuole essere un’azienda del metaverso, Epic Games vuole essere un’azienda del metaverso, la maggior parte delle più grandi aziende tecnologiche del mondo vuole un pezzo dell’azione. Ma prima ancora di poter pensare alla vita in un enorme universo virtuale, avremo bisogno di un enorme aggiornamento delle reti Internet e dei “trucchi” tecnologici, secondo un esperto.


Il metaverso è un concetto molto discusso che sta gradualmente strisciando verso la realtà. Le definizioni del metaverso variano, ma la maggior parte concorda sul fatto che sarà un enorme mondo virtuale in cui milioni di persone, oi loro avatar, interagiranno in tempo reale. Il metaverso avrà una propria economia, abbraccerà il mondo fisico e quello virtuale e sarà disponibile per tutti in qualsiasi momento.

Tra 20 anni potresti andare a lavorare nel metaverso. Invece di guidare fino all’arena più vicina, potresti assistere a un concerto rock nel metaverso, in uno stadio virtuale con migliaia di altri fan. Potresti entrare in un negozio Amazon nel centro commerciale, indossare un paio di occhiali AR ed essere in grado di vedere uno qualsiasi dei milioni di articoli diversi che ha in magazzino in un negozio virtuale.

 

Le principali aziende tecnologiche stanno già iniziando a costruire progetti di ‘proto-metaverso’. Ad esempio, Horizon Workrooms , rilasciato di recente da Facebook , crea un ufficio virtuale in cui puoi interagire con i colleghi, collaborare al lavoro e vedere cosa stanno facendo i tuoi colleghi sui loro schermi. Questo non è un concetto futuristico: è disponibile oggi, se tu e il tuo team avete le cuffie giuste per la realtà virtuale.

Fortnite di Epic sta portando avanti l’intrattenimento simile al metaverso, come il concerto di Ariana Grande che si è svolto nel gioco all’inizio di quest’anno, solo l’ultimo di una serie di concerti a cui hanno partecipato praticamente decine di milioni di persone in tutto il mondo.

 
Ma questi progetti proto-metaverso sono silos. Non puoi lasciare il lavoro in un laboratorio di Facebook e andare direttamente a un concerto di Ariana Grande a Fortnite. Il metaverso non è ancora unito. Per raggiungere questo obiettivo, avremo bisogno di ripensare l’intera infrastruttura di Internet.

 
Reti sulla scala che non abbiamo mai visto prima
Jerry Heinz è il co-fondatore di Ball Metaverse Research Partners, un’azienda che sta facendo un’enorme quantità di ricerche sul metaverso e su ciò che servirà per arrivarci.

Heinz ritiene che anche gli enormi data center di oggi e le reti a banda larga sempre più veloci non riusciranno a far fronte alle esigenze del metaverso. “Penso che le sfide più grandi che ci aspettano siano davvero a livello fondamentale”, ha detto al Podcast di SamKnows .

“Hai bisogno di esperienze altamente simultanee e altamente persistenti che siano su una scala e una grandezza che non abbiamo ancora visto prima. A livello di rete, è divertente, ma sono gli stessi problemi che abbiamo affrontato in tutta la storia del networking. Si riduce davvero alla latenza, alla larghezza di banda e all’affidabilità dei nostri vecchi amici”.

Immagina un universo virtuale in cui ogni movimento del viso, ogni gesto, ogni movimento delle labbra deve essere replicato in tempo reale per rendere convincente il tuo avatar. Secondo Heinz, trasportare semplicemente quel peso di dati a velocità sufficientemente elevate da evitare ritardi richiederà una nuova infrastruttura di rete, nuovi protocolli e standard.

“Se stai interagendo nella vita reale, ovviamente non c’è nessun lag”, ha detto. “Quando operi su una rete di computer, hai leggi della fisica a cui devi aderire. E non stiamo parlando di un gioco Twitch, è un’esperienza a latenza ultra bassa perché c’è quella sensazione di realismo che stai cercando. Anche con la minima percezione di latenza, non sembra reale, qualcosa sembra fuori posto”.

La latenza è un problema minore sulle reti in fibra fissa, ma anche sulle connessioni mobili 5G mostrano grandi variazioni di latenza. SamKnows misura le prestazioni della banda larga mobile in molti paesi e le sue cifre mostrano che la latenza sulle reti 5G può aumentare fino a centinaia di millisecondi negli scenari peggiori, qualcosa che rovinerebbe un’esperienza nel metaverso.

“La rete stessa e i protocolli che devono essere sviluppati dovremo tenere a mente quella [bassa latenza]”, ha affermato Heinz, aggiungendo che la latenza “non è stata l’obiettivo principale” nello sviluppo di Internet fino ad oggi .

 

Allo stesso modo in cui le reti a banda larga di oggi utilizzano reti di distribuzione di contenuti (CDN) per spingere, ad esempio, i film di Netflix più vicino all’utente finale, garantendo che i dati abbiano meno distanza da percorrere, il metaverso richiederà “trucchi” simili per assicurarsi che l’utente l’esperienza non è rovinata.

Giochi come Fortnite “predicono effettivamente in una certa misura” dove il giocatore si sposterà dopo, ha affermato Heinz, il che significa che Epic Games può “aggiungere solo un po’ di latenza all’esperienza e non rovinarla”.

Tecniche simili dovranno essere sviluppate per il metaverso. “Dovremo inventare cheat lì per… ridurre la latenza e costruire l’esperienza.”

Quanto tempo ci vorrà?
Le massicce modifiche all’infrastruttura necessarie significano che non eseguiremo presto un metaverse su vasta scala. Mark Zuckerberg ha parlato di Facebook che diventerà noto come una società del metaverso entro i prossimi cinque anni, ma Heinz ritiene che la tempistica sia ambiziosa.

“Abbiamo bisogno di visionari per dirigere questo”, ha detto. “Mi piacerebbe vedere Facebook e Mark guidare Facebook in quella direzione, specialmente entro cinque anni. Ci vorrà quella visione audace dei leader, specialmente nel lato dell’infrastruttura e della produzione di contenuti, per portare davvero avanti questo, ma se ci credono, allora possono accadere cose incredibili.

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi